Gli agricoltori di Atene hanno organizzato una protesta di massa

foto: MIA

Si è conclusa pacificamente e in massa la protesta dei contadini di Atene, che hanno lasciato i loro trattori, più di 150, parcheggiati davanti al Parlamento greco, dove rimarranno la notte, ha riferito il corrispondente del MIA da Atene.

Parallelamente alla protesta ad Atene, questo pomeriggio i contadini della Grecia settentrionale hanno simbolicamente e periodicamente bloccato i valichi di frontiera Niki (Mejitlia) ed Evzoni (Bogorodica) verso la Macedonia del Nord.

Oggi l'attenzione dell'opinione pubblica greca è rivolta ad Atene, dove i contadini hanno manifestato per diverse ore davanti al Parlamento, hanno ricevuto il sostegno dei sindacati, di diverse associazioni, ma anche degli studenti e, secondo la polizia Secondo le stime, hanno partecipato circa 10.000 manifestanti.

Gli agricoltori hanno tenuto discorsi e presentato al governo le loro richieste, cioè la riduzione dei costi di produzione, innanzitutto riducendo il prezzo dell'elettricità, ma anche l'esenzione dalle tasse per l'olio agricolo.

In una conversazione con il corrispondente del MIA da Atene, gli agricoltori hanno spiegato che chiedono al governo un prezzo ancora più basso per l'elettricità, ma anche che l'olio agricolo venga esentato dalle tasse, e riguardo alle prossime attività hanno detto che dopo la protesta di oggi determineranno ulteriormente il prossimo passi.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno