Zelensky: La guerra deve finire con la liberazione della Crimea

Volodymyr Zelenski
Volodymyr Zelenski / 15 giugno 2022 / Foto: EPA-EFE / SERGEY DOLZHENKO

La guerra in Ucraina è iniziata con la Crimea e deve finire con la sua liberazione, ha affermato il presidente Volodymyr Zelenski, trasmette Bi-Bi-Si.

Il presidente ucraino stava parlando dopo che una serie di esplosioni ha colpito ieri una base aerea russa nella penisola, uccidendo una persona.

Zelensky non ha menzionato le esplosioni, ma ha detto: "La Crimea è ucraina e non la molleremo mai".

Il ministero della Difesa russo ha affermato che si trattava di un'esplosione di munizioni alla base. Nel frattempo, l'Ucraina ha negato la responsabilità delle esplosioni.

In uno sviluppo separato, le autorità ucraine hanno affermato che 11 persone sono state uccise durante gli attacchi russi durante la notte nella regione centrale di Dnipropetrovsk e un'altra nella regione di Zaporozhye nel sud.

La Crimea è riconosciuta a livello internazionale come parte dell'Ucraina, ma la penisola del Mar Nero è stata annessa alla Russia nel 2014 a seguito di un referendum ritenuto illegittimo dalla comunità globale. Molti ucraini vedono questo come l'inizio della loro guerra con la Russia.

Video del giorno