Mercati verdi: se vieni derubato dal venditore di pesi, controllalo su una bilancia e segnalalo!

Scala di controllo/Foto: mercato di Skopje

La maggior parte dei problemi legati a misurazioni errate vengono risolti piuttosto rumorosamente tra acquirente e venditore, ma i clienti nei mercati non possono presentarsi all'ispezione del mercato, perché non ricevono fatture fiscali. Skopski Pazar AD Skopje ha confermato a "Sloboden Pechat" che si sono verificate situazioni così spiacevoli e per prevenire tali eventi hanno installato bilance di controllo in alcuni mercati.

Skopjanka ha comprato cinque chilogrammi di fragole per fare i dolci, ma una volta tornata a casa ha pesato di nuovo il sacchetto, scoprendo che pesava 700 grammi in meno. Un altro nostro concittadino, invece di un sacco da 50 kg di peperoni per ajvar, è tornato a casa con un “taglio” di ben 10 kg. Cavolo del peso di 1,5 chilogrammi, "sciolto" per 200 grammi in casa...

Le truffe sui mercati macedoni fanno parte della mitologia e non c'è quasi nessuno che non sia stato danneggiato da misurazioni errate. I negozianti esperti vi diranno che ci sono trecento trucchi per pesare di meno, e in questo modo si possono guadagnare ogni giorno una cifra consistente. Quando l'acquirente si rende conto di essere stato truffato, di solito c'è una discussione e il venditore nega di aver commesso la frode.

In una situazione del genere, alcuni cittadini lasciano la borsa con i prodotti acquistati e se ne vanno. La maggior parte dei problemi legati a misurazioni errate vengono risolti piuttosto rumorosamente tra acquirente e venditore, ma i clienti nei mercati non possono presentarsi all'ispezione del mercato, perché non ricevono fatture fiscali.

da Skopski Pazar AD Skopje confermano a "Sloboden Pechat" di aver avuto situazioni così spiacevoli e, per prevenire tali eventi, hanno installato bilance di controllo in alcuni mercati. Così i cittadini potranno verificare sul posto eventuali dubbi e accertarsi quanto pesano realmente i beni acquistati.

- Le bilance di controllo sono state installate nei nostri mercati durante l'ultimo anno dopo diverse indicazioni da parte di consumatori insoddisfatti. Attualmente abbiamo installato bilance di controllo nei mercati più grandi, vale a dire 2 bilance a Zelen Pazar, 4 bilance a Bit-pazar, 2 bilance a Gjorche Petrov e 1 bilancia a Taftalidze. N

i consumatori utilizzano regolarmente la bilancia e riferiscono le loro osservazioni ai responsabili dei mercati, dopodiché viene effettuato il controllo tra gli inquilini delle bancarelle - spiega il mercato di Skopje a Sloboden Pechat.

I cittadini sono divisi sull’efficacia delle selezionatrici ponderali, ma la maggior parte di loro accoglie favorevolmente l’idea. Gli scettici, invece, si chiedono se qualche negoziante non verrà accusato ingiustamente, se qualcuno mangia parte di ciò che ha comprato, e poi “misura” di essere stato truffato!

Fino a una decina di anni fa, quando si utilizzavano i vecchi tipi di bilance con bilancia o secchio metallico, venditori esperti regolavano la linguetta della bilancia, posizionavano un cartone o un disco bagnato sul supporto metallico sopra il quale poggiavano i piatti di pesatura in plastica o metallo.

Piantare un limone, un'arancia o una patata più grande, che l'acquirente non può vedere perché si trova sul fondo del contenitore della bilancia, è uno dei "modelli" più famosi per fare soldi.

Succede anche che il venditore, quando pesa la merce, prema "accidentalmente" la bilancia con la mano e quindi addebiti di più per una quantità minore. E gli stessi negozianti avvertono che se notate che qualcosa è avvolto attorno alla bilancia, non esitate a chiedere al venditore di lasciare l'oggetto o semplicemente di trasferirsi in un'altra bancarella.

– Compro solo da venditori che dispongono di bilance digitali. I prezzi di frutta e verdura sono alti e, se ti vengono rubati, diventano ancora più costosi.

Evito soprattutto i piccoli mercati rionali, che sono pieni di acquirenti eccessivi e costano il doppio dei mercati - dice Valle dall'aeroporto.

I negozianti sono restii a ottenere le licenze

Alla fine del 2019, il governo ha accettato la proposta del Ministero dell’Economia, la legge sul commercio nei mercati verdi, che prevedeva che chiunque venda su una bancarella nei mercati verdi debba ottenere una licenza annuale, cessa di essere valida.

Nel corso di tutto il 2018 sono state annunciate modifiche alla legge che permetterebbero a più Camere di rilasciare licenze invece di una sola, e i negozianti sostengono fermamente che 60 euro a banco sono un peso aggiuntivo che costringerà molti negozianti a vendere a prezzo sfrenato. Un altro problema era che i pensionati, gli assistenti sociali e i liberi professionisti non potevano ottenere le licenze.

La legge sul commercio dei mercati verdi, approvata da un gruppo di parlamentari dopo la sua adozione nel gennaio 2018, avrebbe dovuto essere valida dal 2019, ma dopo le violente proteste dei venditori ambulanti secondo cui si trattava di costi aggiuntivi, l'applicazione della legge è stata ritardata fino all'inizio del 2020, da abolire completamente.

Secondo la Legge sul Commercio, nei mercati verdi, nei mercati, non verranno emesse ricevute fiscali finché il nostro Paese non entrerà nell'UE, e i negozianti lavoreranno con licenze rilasciate dalla Camera di Commercio, invece di vagare per il Registro Centrale per la registrazione della società.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 100 DENARI

Video del giorno