L'Associazione dei giornalisti chiede a Besija Ilyazi la responsabilità del suo "ordine" di censura

Besia Ilyazi / Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

L'Associazione dei giornalisti della Macedonia (ZNM) condanna il tentativo per censura e restrizione del diritto di parola di Besija Ilyazi, direttrice organizzativa della Clinica Tossicologica di Skopje.

Secondo il rapporto odierno dei membri della ZNM, all'ingresso della Clinica tossicologica di Skopje è stato esposto pubblicamente un ordine che vieta ai dipendenti di avere contatti con giornalisti e media. Nell'ordinanza del 20.05.2024 si afferma che, ai sensi degli articoli 30 e 31 dello statuto della Clinica Tossicologica PHI di Skopje, la presenza non autorizzata, il rilascio di dichiarazioni al pubblico attraverso interviste e la convocazione di conferenze stampa, che potrebbero causare danni alla gli interessi, sono vietati e la reputazione della clinica.

Tale ordinanza costituisce una grave violazione della libertà di parola e del giornalismo professionale, contraria alla Costituzione. La censura in Macedonia è vietata dall'articolo 16 della Costituzione della RSM. Le istituzioni sanitarie pubbliche e tutte le istituzioni pubbliche del paese dovrebbero dare pubblicità alle loro operazioni e informare sulle loro decisioni e sul loro lavoro, e non vietare l'informazione su argomenti di interesse pubblico, avverte ZNM.

La condanna della ZNM aggiunge che i giornalisti sono obbligati a pubblicare informazioni che contengano sospetti di abusi da parte di tutti i titolari di cariche pubbliche, perché sono obbligati a farlo dal Codice dei giornalisti, che prevede chiaramente che il giornalista rispetterà le leggi, ma non pubblicherà o nascondere qualsiasi cosa contraria all'interesse pubblico.

La ZNM si rivolgerà formalmente al ministero competente e richiederà la responsabilità del direttore della Clinica tossicologica e di tutti coloro che sono coinvolti nell'adozione di questa ordinanza. Inoltre, lo ZNM insisterà sul ritiro immediato dell'ordine e sull'instaurazione della trasparenza nel funzionamento della clinica, al fine di garantire la libertà di parola e il diritto dei giornalisti di informare su questioni di interesse pubblico, si aggiunge nella reazione.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno