Si è conclusa la feroce campagna per le elezioni amministrative di Tetovo: i partiti si battono per il comune sovraindebitato

Cartellone con il debito del Comune di Tetova / Foto Facebook

I partiti hanno concluso una campagna insolitamente intensa e competitiva per le elezioni anticipate, che ha visto sia raduni di massa che riunioni di quartiere, e accuse di scandalo e grandiose promesse, nonché l'inevitabile taglio del nastro con tempismo "opportunamente" pianificato.

Tra meno di un anno i residenti di Tetovo voteranno per la seconda volta la composizione del consiglio comunale. I partiti hanno posto fine a una campagna insolitamente intensa e competitiva per le elezioni anticipate del consigliere, che ha visto sia manifestazioni di massa che riunioni di quartiere, e accuse di scandalo e grandiose promesse, nonché l'inevitabile taglio del nastro con tempismo "opportunamente" pianificato.

Per i partiti del blocco albanese, tre dei quali hanno il quartier generale proprio in città, conquistare il potere a Tetovo è tradizionalmente una questione di particolare prestigio politico, e questo si è sentito anche in questa campagna, che sembrava come se denaro e risorse considerevoli fossero stato investito in esso. Era evidente la totale assenza di interesse per i media in lingua macedone per le campagne dei partiti albanesi, ma viceversa - i messaggi erano diretti quasi esclusivamente agli elettori albanesi e ai media in lingua albanese. Le attività pre-elettorali di SDSM e VMRO-DPMNE, invece, sono state più incentrate sul contatto diretto con i cittadini (anche con messaggi rivolti quasi senza eccezioni agli elettori macedoni). Hanno ricevuto un sostegno immediato dai più alti funzionari del partito (nel caso dell'SDSM e del governo).

Come previsto, i temi principali della campagna sono stati le "vecchie ferite" municipali di Tetovo: problemi con i rifiuti, caos urbano e mancanza di aree verdi, la richiesta di costruire un parco cittadino, congestione del traffico e aria inquinata, cani randagi...

Il DUI si è comportato con sicurezza in campagna, annunciando una vittoria convincente, dopo aver perso sia la maggioranza in Consiglio che la carica di sindaco alle elezioni dello scorso ottobre, dopo molti anni di governo. Un ruolo importante nella sua campagna è stato giocato dall'evento nella Free Economic Zone di Tetovo, con il quale il primo ministro Dimitar Kovacevski e il vice primo ministro Artan Grubi hanno annunciato un grande investimenti nella produzione di auto elettriche, che secondo i loro annunci dovrebbe impiegare quasi 900 persone. Il DUI partecipa alle elezioni straordinarie con una lista completamente nuova di candidati consiglieri, e il suo titolare, Faton Ahmeti, ha annunciato la conquista di più di dieci seggi del consiglio che il partito aveva dopo le elezioni dello scorso anno in ottobre. Il DUI ha completato ieri sera le attività pre-elettorali, con un grande comizio nella piazza della città.

Faton Ahmeti / foto: DUI

Besa, d'altra parte, ha posto l'accento su incontri immediati e piccoli incontri con i cittadini, con un grande raduno finale in piazza "Illyria" ("Maresciallo Tito") stasera. Il sindaco Biljal Kasami, che l'anno scorso ha inflitto una pesante sconfitta al sindaco di lunga data Teuta Arifi, ha guidato tutte le manifestazioni pre-elettorali. Poche settimane prima delle elezioni, con grande clamore e alla presenza di Rifat Jashari, fratello del comandante dell'UCK del Kosovo Adem Jashari, ha lanciato la rinnovata strada "Strasho Pinjur" nel centro della città. La strada è stata precedentemente dissotterrata e chiusa per più di dieci mesi, da prima delle ultime elezioni locali. Kasami prima ha dichiarato R. Jashari come cittadino onorario, che è stato condannato in pubblico, e c'erano dilemmi sulla legittimità della decisione. Durante la campagna, l'attuale sindaco ha anche affrontato attacchi DUI con l'accusa di nascondere "in un cassetto" contratti per liberi professionisti nel comune. L'elenco di Besa per il consiglio comunale è guidato da lei Besar Durmishi, e il partito cercherà di migliorare il risultato dell'anno scorso di otto seggi del consiglio.

Besar Durmishi / Foto: Besa

SDSM cercherà il sostegno dei cittadini per la sua lista di candidati, di cui è a capo Gligoriye Stojanovski. Il partito cercherà di migliorare il pessimo risultato delle elezioni dello scorso anno, dopo le quali aveva solo due consiglieri. Funzionari di alto rango del partito, dai rappresentanti di varie commissioni di partito, al vice primo ministro Bitiki e al primo ministro Kovacevski, sono venuti a sostenere i consiglieri dell'SDSM nella campagna ogni giorno. Come l'anno scorso, la coalizione di SDSM con la DUI dopo le elezioni è certa, e la posizione dei possibili futuri consiglieri del partito in Consiglio dipenderà sicuramente dal risultato dei loro partner. E stasera SDSM terrà il suo ultimo raduno, con un raduno e un concerto del gruppo "Kuku Lele" nella parte della città conosciuta come Ajducko Maalo.

Gligoriye Stojanovski / foto: SDSM

VMRO-DPMNE partecipa alle elezioni con una lista guidata da Angelo Karapetrov, che, insieme al leader Hristijan Mickoski e a tutti gli altri alti funzionari del partito in campagna, ha visitato tutti i quartieri di Tetovo dove spera per gli elettori, promettendo di migliorare le condizioni e risolvere i problemi infrastrutturali e di altro tipo dei cittadini, soprattutto nella parte vecchia della città. VMRO-DPMNE nella precedente composizione del Consiglio aveva quattro incarichi di consigliere, che insieme ai consiglieri dei soci - Besa e AA, non erano ancora sufficienti per una maggioranza stabile. La coalizione con l'attuale governo locale di Besa è bastata ancora per costringere VMRO-DPMNE a vantarsi di alcuni progetti che sono stati completati poco prima delle elezioni, come la nuova illuminazione stradale in via "Goce Delchev".

Angel Karapetrov / foto: VMRO-DPMNE

Alle ultime elezioni ha partecipato per la prima volta l'iniziativa dei cittadini "Per una Tetovo migliore", aggiudicandosi due seggi in consiglio. Parteciperà anche alla votazione straordinaria, e la lista civica (un argomento in pre-elettorale era che fosse composta esclusivamente da candidati albanesi) è guidata dall'ecoattivista di lunga data Elmedina Abdullah.

Le elezioni straordinarie per il consiglio comunale, le prime nella storia della città, possono essere viste come una sorta di culmine della crisi politica del governo locale di Tetovo. L'equilibrio di potere nella precedente composizione del consiglio comunale è stato il motivo del suo scioglimento, dopo che Besa, che ha vinto il mandato di sindaco, non è ancora riuscito a formare la maggioranza insieme ai consiglieri di VMRO-DPMNE e AA per programmare la seduta in cui sarebbe adottato il conto consuntivo del comune per l'ultimo anno. Il termine legale è stato violato, dopodiché il Presidente dell'Assemblea della Repubblica, Talat Xhaferi, in conformità con i suoi poteri, ha sciolto il Consiglio e annunciato nuove elezioni.

Sono state iscritte 13 liste di candidati alle elezioni straordinarie per il consiglio comunale. In vista della votazione, che si svolge anche per la prima volta sabato, i sondaggi del partito indicano un'altra battaglia elettorale serrata dall'esito incerto in cui ogni voto conta. Tuttavia, è chiaro che le persone tatuate, ad eccezione di coloro che sono membri del partito e dei loro parenti, non hanno grandi aspettative dalle prossime elezioni. Chi vincerà il governo della città, a parte la certa maggioranza "sottile" in Consiglio e i numerosi gravi problemi in cui è bloccata la città, dovrà affrontare il compito forse più difficile: fare i conti con la non invidiabile situazione finanziaria in cui il comune trova se stesso. Il suo debito, secondo il sindaco Kasami, ammonta a 24 milioni di euro da capogiro.

Video del giorno