Le armi sequestrate a Severna Mitrovica sono collegate all'attacco dell'anno scorso a Banjska

La polizia del Kosovo ha riferito che le armi sequestrate ieri in due località di Mitrovica settentrionale sono state trovate nelle mani di due persone ricercate dalle autorità del Kosovo in relazione al caso Banjska dello scorso settembre, quando un poliziotto e tre membri della polizia Il gruppo serbo che ha effettuato l'attacco è stato ucciso.

La polizia del Kosovo aveva già confermato ai media di aver effettuato due perquisizioni ieri pomeriggio a Severna Mitrovica e di aver rinvenuto armi.

Le perquisizioni sono state effettuate in due luoghi, presso i ricercati Zarko Cvetkovic e Marijan Radojevic, come confermato ieri sera in una conferenza stampa tenutasi nei locali della polizia del Kosovo a Severna Mitrovica, dove erano esposte anche le armi confiscate.

Il comandante ad interim della regione settentrionale della polizia del Kosovo, Veton Eljshani, ha precisato in conferenza stampa che parte delle armi, vale a dire tre Kalashnikov, sono state trovate in un pozzo vicino alla zona di Tri Soliteri. Ha collegato questo attacco con M. R, che la polizia del Kosovo sta già cercando in relazione al caso Banjska.

La seconda perquisizione è stata effettuata in via "Rudarski Cheti", nella casa e in altri due punti del cortile. Il sequestro riguarda Cvetkovic, ricercato anche dalla polizia in relazione al caso Banjska.

Eljshani ha detto che in questo caso la polizia del Kosovo ha collaborato con i servizi segreti del Kosovo e con i cittadini.

- Abbiamo ricevuto informazioni sulla posizione dell'arma e abbiamo condotto delle ricerche. Sospettiamo che il caso riguardi persone già ricercate, ha detto Elshani.

Sono stati trovati diversi tipi di armi: fucili automatici, da caccia, pistole, munizioni di diversi calibri, ordigni esplosivi.

Nel primo luogo sono stati sequestrati tre fucili AK-47, quattro fucili con 60 cartucce, 11 proiettili, una fondina per rivoltella e una borsa militare.

Sul secondo – cintura con 25 proiettili per armi da caccia, 23 proiettili per armi da caccia, pistola TT con un fusto e otto proiettili, tre fusti con otto proiettili ciascuno, due fusti, 28 proiettili per fucili, una scatola di proiettili 7×62, quattro addetti alla pulizia delle armi, una scatola di oggetti sospetti.

Ritrovati e sequestrati inoltre: fucile con baionetta, una pistola 7×62 a doppio fusto da otto colpi e una fondina, borsa nera contenente materiale per la pulizia delle armi, due scatole da 50 colpi 7×62, tre fucili da otto colpi, fucile calibro .

La polizia ha sequestrato anche un "riccio di metallo" posto come ostacolo per forare pneumatici di auto, giubbotti antiproiettile, 30 pezzi di sospetta sostanza esplosiva TM 100, un'uniforme, una borsa nera con un kit di pronto soccorso e un adattatore per il collegamento radio.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno