Zaev: L’uscita dai Balcani aperti può incoraggiare il nazionalismo e nuovi conflitti nei Balcani

Foto: Facebook, Zoran Zaev

L'ex primo ministro macedone Zoran Zaev, che insieme al presidente serbo Aleksandar Vucic e al primo ministro albanese Edi Rama è uno dei fondatori di Open Balkans, ha dichiarato alla rivista serba "Politika" che nessuno può contestare i risultati dell'"Open Balkans". Balcani" e che sostenere una politica di abbandono della cooperazione regionale potrebbe incoraggiare il nazionalismo e persino nuovi conflitti nei Balcani.

Zaev ha sottolineato che in soli due anni sono stati annunciati molti progetti e che è molto contento che buona parte di essi abbia preso vita.

- Si tratta di aziende molto importanti, alle quali appartiene più del 70% della popolazione macedone e albanese della Macedonia del Nord, il che giustifica l'esistenza dell'iniziativa OB, afferma per "Politica".

Facendo riferimento alla dichiarazione del Ministro degli Affari Esteri della Macedonia, Bujar Osmani, che ha sostenuto l'uscita del Paese dall'Iniziativa, ha valutato che Osmani non può negare la partenza dei turisti dalla Macedonia e dalla Serbia in vacanza verso l'Albania sul mare Adriatico, né che tonnellate di vino macedone e albanese abbiano ricevuto nuove esportazioni, né che i camion da trasporto albanesi, macedoni e serbi ora attraversino più facilmente i confini.

- Non si può negare che i permessi di lavoro per i cittadini degli Stati membri sono "caduti", né che il mondo imprenditoriale macedone cerca più progetti nei Balcani aperti e non rinuncia a questa iniziativa, ha sottolineato Zaev .

Due partiti al potere con opinioni diverse sui Balcani aperti: la Macedonia lascerà l'iniziativa?

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno