Vucic dopo il voto sulla risoluzione per Srebrenica: "Sono orgoglioso della Serbia"

Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha dichiarato di essere orgoglioso del suo Paese e dei serbi nei paesi vicini. La sua dichiarazione arriva dopo che le Nazioni Unite hanno approvato la risoluzione che commemora il genocidio di Srebrenica.

Il presidente serbo ha condannato la risoluzione, affermando che "umilia" la Serbia e divide ulteriormente la regione.

Vucic ha anche sottolineato che la somma dei voti astenuti e contrari – 87 – è superiore agli 84 favorevoli.

“Vedete, questa è una grande sorpresa per molti che erano in sala, anche se gliel'ho detto, avete visto all'inizio quali divisioni ciò avrebbe causato. Alla fine 87 dei presenti in sala non hanno votato a favore della risoluzione, 84 l'hanno votata a favore. In ogni parlamento nazionale quella proposta dovrà fallire. Vale anche la pena notare che 22 paesi hanno saltato l'incontro e non hanno votato, alcuni presumibilmente a causa della disputa sulla commemorazione, ha sottolineato Vucic.

La risoluzione designa l'11 luglio come la "Giornata internazionale del ricordo e della commemorazione del genocidio di Srebrenica del 1995", da osservare ogni anno a partire da quest'anno.

La risoluzione, appoggiata dalla Germania e dal Ruanda, non menziona i serbi come colpevoli.

Sia la Serbia che i serbi bosniaci hanno negato che a Srebrenica sia avvenuto un genocidio, sebbene ci siano due sentenze della Corte delle Nazioni Unite al riguardo.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno