Vucic: Non ci aspettavamo che alcuni paesi ci pugnalassero alle spalle

Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha dichiarato oggi a New York che la Serbia ha ricevuto informazioni su chi voterà a favore della risoluzione sul genocidio di Srebrenica e che ci saranno "notizie deludenti sull'atteggiamento di alcuni paesi dai quali, come ha sottolineato, non ha aspettatevi di pugnalarli alle spalle”.

- Arriveranno notizie deludenti da alcuni paesi che non ci aspettavamo e che ci pugnaleranno alle spalle, c'è stata molta pressione e molti tacciono e alla fine voteranno "sì". Ma ci saranno quelli che resisteranno alla pressione e non accetteranno di aderire agli strani principi, ha detto Vucic.

Il presidente della Serbia ha ripetuto che ha promesso di lottare e che non rimarrà senza risultati.

- Quindi ripeteranno la storia vuota che non è colpa collettiva del popolo serbo e che ama i serbi, ecc., e poi si aspettano da venerdì e sabato tentativi di calmare la situazione - come se i serbi fossero i nostri migliori amici e continuiamo come se niente fosse, ieri non è successo, ha detto Vucic.

Egli ha sottolineato che è un paradosso che la Germania, dopo la prima e la seconda guerra mondiale, faccia la dichiarazione di apertura all'Assemblea generale dell'ONU e apra il dibattito.

- Che strano che la Germania ci giudichi con la sua presentazione introduttiva. Non mi batterò per la conservazione del seggio, mi batterò per la Serbia, ha sottolineato il presidente della Serbia.

Vucic ha aggiunto che il Montenegro "ha pensato che i serbi fossero stupidi" con gli emendamenti alla risoluzione.

- Pensavano che ogni persona normale avrebbe accettato di avere una scusa davanti ai propri cittadini e dire - fantastico, ora abbiamo emendamenti che dicono che i serbi non sono colpevoli collettivi e che la Serbia non è un colpevole collettivo - colpa, colpa , eccetera. Solo quelle persone non capivano. Forse avrebbero convinto tutti gli altri in Serbia, ma non hanno convinto me. Erano sicuri che avrei fatto come loro, non intendo in Montenegro, ma in molti paesi e che avrei accettato ciò che mi è più facile e che mi avrebbe mantenuto al potere e che nessuno mi avrebbe accusato da nessuna parte, ha detto Vucic ai giornalisti a New York.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno