Vucic-Meloni: L'Italia vuole un processo di allargamento rapido con garanzie che tutta l'Europa sia unita

Le relazioni economiche e politiche sono state al centro dei colloqui del presidente del Consiglio italiano Giorgia Meloni con il presidente serbo Alekdandar Vucic nell'incontro odierno a Belgrado, con un focus sui processi di integrazione europea e la politica migratoria e l'avvio della produzione del veicolo elettrico "Panda" di Stellantis a Kraguvac, ha riferito il corrispondente del MIA da Belgrado.

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha affermato che per Roma è importante che i Balcani occidentali entrino nella famiglia europea e che la Serbia ha un'importanza strategica per l'Italia.

- Per questo siamo qui e continueremo ad essere tra i primi a sostenere il processo di allargamento, non tanto l'allargamento quanto l'unificazione dell'Europa, perché l'Europa non è un club dove si decide chi deve stare. Ciò che dovrebbero fare le istituzioni europee è un processo serio e veloce per garantire che tutta l'Europa sia unita - ha detto Meloni.

Ha sottolineato che "per l'Italia è importante che l'Europa occidentale faccia parte della famiglia Ue e che la Serbia possa contare sul sostegno dell'Italia e del Consiglio europeo, per accelerare il processo di avvicinamento all'Ue e tutto ciò che è richiesto dalla Commissione Europea." .

- So che la Serbia continuerà ad avere un approccio costruttivo nel dialogo sul Kosovo. L'Italia sostiene questo processo e stiamo lavorando per l'attuazione di tutti gli impegni assunti dalle parti - ha affermato Meloni.

Vucic ha dichiarato nella conferenza stampa che l'Italia si avvicina oggettivamente e fondamentalmente alla soluzione dei problemi della regione.

- Ho parlato con Meloni di tutte le questioni regionali e del percorso europeo della Serbia e sono grato al Primo Ministro italiano per il sostegno essenziale e persistente dell'Italia al percorso europeo della Serbia, e sono particolarmente grato alla Meloni per aver sempre voluto ascoltare la nostra opinione, per ascoltate cosa ha da dire la Serbia e che non esiste un approccio unilaterale ai problemi della regione - ha detto Vucic.

Per quanto riguarda la cooperazione economica, Vucic ha espresso la speranza che in futuro possa essere molto più elevata, soprattutto quando "Stelantis comincerà a produrre la "panda" elettrica a Kragujevac".

- La società "Stelantis" può, oltre alla produzione della "panda", un nuovo veicolo elettrico, essere generatrice di nuovi investimenti nell'industria automobilistica - ha detto Vucic.

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI