Vucevic: Ci sono segnali che Grecia e Romania stiano cambiando posizione, la risoluzione avrà conseguenze per i Balcani occidentali

Il primo ministro serbo Milos Vucevic ha dichiarato oggi che le pressioni dell'Occidente per sostenere la risoluzione sul genocidio di Srebrenica sono enormi e che, come ha affermato, "ci sono segnali che la Grecia, e forse la Romania, cambieranno la loro posizione ", ha riferito il corrispondente del MIA da Belgrado.

- È difficile per i serbi capire che i greci votano a favore, così come è stato doloroso per noi vedere una donna greca proporre l'ingresso del Kosovo nel Consiglio d'Europa, ha detto Vucevic alla televisione Prva, riferendosi all'appello del presidente della Serbia, Aleksandar Vucic, la Grecia si asterrà dal voto sulla risoluzione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Lui ha valutato che l'adozione della risoluzione avrà delle conseguenze per la Serbia e la regione dei Balcani occidentali, che il prossimo passo sarà l'abolizione della Republika Srpska e la revisione della disputa di Dayton, e che qualcuno sta giocando con il fuoco nei paesi occidentali Balcani.

Vucevic ha detto che gli "ingegneri" della risoluzione hanno scelto deliberatamente di votarla da paesi o popoli vicini ai serbi, per umiliarci ancora di più.

- La risoluzione definisce il popolo serbo genocida, anche se siamo un popolo che soffre, ha detto.

Secondo lui, gli emendamenti del Montenegro alla risoluzione "sostanzialmente non cambiano nulla, ma gettano solo polvere negli occhi".

- Non possiamo impedire la votazione di questa risoluzione, perché questa è la geopolitica, ma sarebbe un grande successo per noi se la maggioranza dei paesi fosse contraria e si astenesse. Sarà un chiaro messaggio al mondo che in sostanza hanno fallito, anche se formalmente voteranno a riguardo, ha affermato il primo ministro Vucevic.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno