Il giudice supremo Naqe Georgiev va a 30 giorni di detenzione

foto: Corte Suprema/Sito ufficiale

30 giorni di detenzione per il giudice supremo Naqe Georgiev, catturato ieri con una tangente di 10.000 euro. Su richiesta della Procura di base per il perseguimento della criminalità organizzata e della corruzione, il giudice della procedura preliminare presso il Tribunale penale di base di Skopje ha deciso: detenzione di 30 giorni per la persona per la quale esiste un ragionevole sospetto del reato di aver ricevuto un ricompensa per influenza illecita.

Dopo aver condannato l'indagato in presenza del suo avvocato difensore, nonché valutato i fatti e le prove presentate dal Pubblico Ministero, ha preso una decisione rispettando la proposta e l'indagato è stato detenuto per 30 giorni a causa dell'esistenza di i motivi dell'art. 165 comma 1 punto 2 e 3 cioè Può ostacolare il procedimento penale influenzando i testimoni e circostanze che indichino che porterà a termine o ripeterà il reato.

Contro tale decisione le parti hanno il diritto di ricorrere dinanzi al Consiglio Penale. Allo stesso tempo, si informa il pubblico che, dopo aver ricevuto la proposta per la determinazione di una misura di detenzione nei confronti dell'indagato, che è l'attuale Giudice Supremo, la Corte penale si è rivolta al Consiglio giudiziario della RSM come competente a decidere in merito relazione all'immunità del giudice, per la quale il Consiglio ha preso una decisione pubblicamente annunciata:

E, dopo aver ricevuto la decisione del Consiglio giudiziario, il giudice della procedura preliminare si è rivolto alla competente Corte d'appello di Skopje, considerando che un membro della famiglia immediata del sospettato è un giudice eletto presso il Tribunale penale di base di Skopje, che subito dopo l'elezione è temporaneamente delegato ad agire davanti ad un altro tribunale, al fine di rispettare coerentemente le disposizioni di legge e la giurisdizione nel procedimento. Il tribunale di secondo grado ha ricevuto una decisione secondo la quale non vi sono ostacoli giuridici affinché il giudice di una procedura preliminare presso il tribunale penale di base di Skopje agisca su proposta della procura pubblica GOK, dopo di che la suddetta decisione è stato fatto, secondo l'annuncio.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno