Un dipendente dell'ospedale di Tetovo ha filmato un paziente e ha pubblicato il video sui social network

Foto: stampa libera

Gli agenti di polizia della SVR Tetovo ieri intorno alle 20:10 e per 46 minuti hanno privato il 47enne A.A. di Brvenica, Tetovo, denunciato in precedenza dal XNUMXenne I.B. di Slatino, Tetovo, che nell'Ospedale Clinico di Tetovo, dove lavorava, ha filmato senza autorizzazione sua madre, ricoverata in uno dei reparti.

"Ha poi pubblicato il video registrato sui social network. È detenuta presso la stazione di polizia di Tetovo per aver chiarito e documentato il caso", ha informato il portavoce della SVR Tetovo Marjan Josifoski.

A proposito, l '"anestesista TikTok" che lavorava presso il Dipartimento di Ginecologia dell'Ospedale Clinico di Tetovo e trasmetteva in diretta sui social network i pazienti nei periodi di trattamento più vulnerabili, Walton Dervishi, è stato condannato a 15 mesi di prigione sette mesi fa .

La Camera dei medici gli ha revocato la licenza di lavoro per un periodo di sette anni perché ha violato la fiducia tra il paziente e il medico, il quale si è dichiarato colpevole davanti al tribunale e ha chiesto scusa ai pazienti. L'anestesista Dervishi è stato accusato dei reati di "lavoro negligente nel servizio" e "registrazione non autorizzata"

Il ministro della Salute ha saputo solo che l'anestesista è andato a lavorare sotto l'effetto di stupefacenti

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno