La Marina sudcoreana ha ricevuto un nuovo sottomarino offensivo

L'arsenale navale della Corea del Sud ha guadagnato un nuovo membro. Un sottomarino offensivo diesel-elettrico da 3.000 tonnellate di produzione nazionale è stato ufficialmente consegnato alla Marina.

Prende il nome dal rispettato attivista indipendentista coreano Shin Chae-ho, è una componente chiave della strategia di difesa della Corea del Sud, in particolare all'interno del sistema Kill Chain progettato per contrastare potenziali minacce nucleari dalla Corea del Nord, riferisce "blog di difesa".

Questa consegna segna il culmine del programma KSS-III Batch-I, una pietra miliare significativa per le capacità navali della Corea del Sud.

Shin Chae-ho si unirà ai suoi predecessori, Dosan Ahn Changho e Ahn Mu, come parte dei sottomarini KSS-III Batch 1, rafforzando le capacità di difesa subacquea della Corea del Sud.

Come i suoi predecessori, lo Shin Chae-ho è dotato di tecnologia avanzata, inclusa la capacità di lanciare missili balistici, rafforzando ulteriormente le capacità deterrenti della Corea del Sud nella regione.

Guardando al futuro, il programma KSS-III è destinato ad evolversi con il lancio del programma KSS-III Batch-II, che introdurrà sottomarini più grandi con celle aggiuntive del sistema di lancio verticale.

La costruzione dell'ammiraglia di questa nuova serie è iniziata nel marzo 2023 presso il cantiere navale Hanwha Ocean e la sua messa in servizio dovrebbe avvenire entro il 2026.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno