Arrestato in Ucraina il leader di un noto gruppo di hacker

Foto: EPA

Nel corso di un'operazione congiunta delle polizie di Ucraina, Francia, Germania, Norvegia e Stati Uniti, è stato arrestato il leader di un gruppo di hacker operante dall'Ucraina e responsabile di attacchi informatici il cui obiettivo era estorcere centinaia di milioni di euro alle sue vittime. Lo ha annunciato oggi il servizio di polizia europeo (Europol).

La notte scorsa la polizia ha fatto irruzione in 30 proprietà nell'Ucraina occidentale e centrale. Nel corso dell'operazione sono stati arrestati un uomo di 32 anni, sospettato di essere il capo della banda, e quattro complici.

Più di 20 investigatori provenienti da Francia, Germania, Norvegia e Stati Uniti sono stati inviati a Kiev per assistere la polizia locale e le autorità giudiziarie.

"In uno sforzo senza precedenti, le autorità di polizia e giudiziarie di sette paesi hanno unito le forze con Europol ed Eurojustice per distruggere e arrestare le figure chiave dietro le principali operazioni di hacking in Ucraina", si legge nella nota.

Quel gruppo di hacker ha attaccato organizzazioni in 71 paesi, infettando circa 250 server e provocando perdite finanziarie di diverse centinaia di milioni di euro.

"Questi hacker sono noti per prendere di mira specificamente le grandi aziende e perturbare le loro attività", ha aggiunto Europol in una nota.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno