Confermato in Scozia il morbo della mucca pazza

Negozio: Pexels/pixabay

Il governo scozzese ha confermato un caso di encefalopatia spongiforme bovina classica (BSE), conosciuta come malattia della mucca pazza, in una fattoria nel sud-ovest del paese. I media riferiscono che si tratta del primo caso di malattia in Gran Bretagna in più di due anni. Sono in corso controlli per determinare l'origine della malattia nell'allevamento, si legge nella nota, aggiungendo che non vi è alcun rischio per la salute umana, riferisce Politika.

– Questo è un caso isolato e il rischio è minimo. Se gli allevatori sono ancora preoccupati, dovrebbero chiedere consiglio a un veterinario - ha affermato l'ispettore veterinario capo Sheila Voss. Come misura precauzionale, le autorità scozzesi hanno adottato tutte le misure veterinarie necessarie, il movimento degli animali nella contea in cui è stata registrata questa pericolosa malattia è limitato. I media ricordano che negli anni Ottanta del secolo scorso il morbo della mucca pazza fu scoperto per la prima volta in Gran Bretagna, e da lì si diffuse in molte parti d'Europa, provocando la morte di un gran numero di animali. È stato creato a seguito di un cambiamento nel modo in cui viene alimentato il bestiame. Come spiegato in precedenza dagli esperti, dieci anni dopo la segnalazione della malattia si sono verificati casi insoliti anche nell'uomo, soprattutto in Gran Bretagna, causati da un tipo alterato di proteina prionica, che è l'unica causa della malattia. Stiamo parlando della malattia di Creutzfeldt-Jakob, nota da tempo nell'uomo e che si manifesta spontaneamente e si manifesta con una frequenza di un caso ogni milione di abitanti all'anno.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno