Un ex deputato ucraino è stato ucciso a Mosca

Ilia Kiva / Foto: SOPA Images Limited / Alamy / Alamy / Profimedia

Un ex parlamentare ucraino considerato un traditore da Kiev è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in un parco alla periferia di Mosca, in un attacco attribuito al Servizio di sicurezza dell'Ucraina (SBU). Ilya Kiva era un membro filo-russo del parlamento ucraino prima dell'invasione dell'Ucraina da parte di Mosca lo scorso febbraio, ma è fuggito in Russia un mese prima dell'inizio della guerra e ha spesso criticato le autorità ucraine online e nei talk show della televisione di stato russa.

Gli investigatori russi hanno detto ieri che Kiva è stato ucciso a colpi di arma da fuoco, aggiungendo che il suo corpo è stato scoperto in un parco nell'elitario sobborgo moscovita di Odintsovo. "Una persona sconosciuta ha sparato alla vittima con un'arma non identificata." L'uomo è morto sul posto per le ferite riportate", si legge nel comunicato del comitato investigativo russo Il guardiano.

Una fonte ucraina, che ha voluto rimanere anonima, ha confermato alla Reuters che la SBU è responsabile dell'omicidio. Diversi media ucraini hanno citato anche fonti proprie secondo cui la SBU avrebbe assassinato l'ex politico 46enne. Commentando alla televisione nazionale, il portavoce dell'intelligence militare ucraina Andriy Yusov ha accennato al coinvolgimento del Paese nell'omicidio.

“Possiamo confermare che Kiva è pronto. "Un simile destino toccherà agli altri traditori dell'Ucraina, così come ai seguaci del regime di Putin", ha detto.

Yusov ha definito Kiva "una delle più grandi feccia, traditori e collaboratori di Mosca" e ha detto che con la sua morte è stata fatta "giustizia".

Una fonte anonima ha detto ai media russi che Kiva giaceva sulla neve coperta di sangue. Afferma che Kiva aveva una ferita sulla tempia destra e un ematoma sul lato sinistro del viso. La fonte ha inoltre affermato che Kiva è morto intorno alle 15:00 ora locale, dieci minuti prima di essere trovato dal personale di un albergo vicino che ha chiamato un'ambulanza.

Il Kivu, che è stato sanzionato dal Regno Unito lo scorso anno per "aver minato l'integrità territoriale, la sovranità e l'indipendenza dell'Ucraina", è stato condannato in contumacia da un tribunale ucraino a 14 anni di carcere con accuse tra cui tradimento e incitamento alla violenza.

L’omicidio suggerisce che Kiev abbia ancora risorse segrete nelle profondità della Russia. Mosca ha già accusato i servizi segreti ucraini dell'uccisione di Darya Dugina, figlia di un ideologo russo ultranazionalista, e della morte di Vladlen Tatarsky, un importante blogger militare russo, ucciso in un'esplosione in un bar nel centro di San Pietroburgo. Pietroburgo. .

Ieri, in un altro attacco, un politico sostenuto dalla Russia è stato ucciso da un'autobomba nella regione occupata di Luhansk in Ucraina. Oleg Popov, membro del parlamento regionale di Luhansk, filo-moscovita, è stato ucciso dopo "aver fatto esplodere un ordigno non identificato in un'auto", ha ammesso il comitato investigativo russo, senza fornire dettagli.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno