A Kiev è iniziato il processo contro un soldato russo accusato di crimini di guerra

Vadim Shishimarin
Soldato russo Vadim Shishimarin accusato di omicidio di un civile ucraino / Foto EPA-EFE / TANYA GORDIENKO

Un soldato russo accusato di aver ucciso un civile ucraino disarmato è apparso oggi in tribunale a Kiev, in vista del primo processo per crimini di guerra dall'inizio della guerra.

Vadim Shishimarin (21) è stato portato dinanzi al tribunale in udienza preliminare, accusato di aver ucciso un civile disarmato di 62 anni.

Shishimarin, che ha confermato di essere un soldato russo, rischia l'ergastolo con l'accusa di crimini di guerra e omicidio premeditato.

"Uno dei militari ha ordinato all'imputato di uccidere un civile per non denunciarlo", ha detto giovedì la procuratrice Irina Venediktova in una dichiarazione.

Shishimarin in seguito dirà alla corte se nega o accetta l'accusa, ha detto il suo avvocato, Viktor Ovsyannikov.

Il giudice ha detto che la corte si sarebbe riunita di nuovo il 18 maggio.

La Russia ha affermato di non avere informazioni sul processo e ha ripetutamente negato qualsiasi coinvolgimento nella guerra.

Video del giorno