Attenzione: monete contraffatte sulle strade della Macedonia

Schermo di stampa della foto

Da tempo, ormai, i dipendenti dei caselli dell'Impresa Pubblica per le Strade statali avvertono della comparsa di monete da 2 euro contraffatte, la cui sanzione alla fine pagano loro stessi. MKD.mk impara. Vale a dire, dopo che la banca competente ha scoperto le monete contraffatte, vengono inviate alla Banca nazionale e alla fine viene detratta dagli stipendi dei dipendenti per tale violazione.

Un problema del genere non è presente solo qui, ma anche in tutta Europa. Quest'estate sono state avviate importanti operazioni di polizia in paesi come l'Italia e l'Irlanda per scoprire chi sta producendo queste monete.

In un'azione congiunta della polizia bulgara e greca, sostenuta da Europol, alcuni anni fa è stato sciolto un gruppo criminale organizzato ed è stata scoperta una fucina in una fattoria rurale vicino a Salonicco. La polizia ha quindi sequestrato varie macchine, strumenti e dispositivi simili.

Queste monete qui ai caselli provengono principalmente da veicoli stranieri. NBRSM ha detto a MKD.mk che per i primi sei mesi dell'anno hanno ricevuto 259 monete sospette con un taglio di 1 euro e 11.579 con un taglio di 2 euro.

Nel nostro Paese per ogni moneta contraffatta rilevata viene redatto un verbale, che viene sottoposto al portatore del denaro e al Ministero dell'Interno, cui spettano gli atti investigativi e operativi legati alla lotta alla contraffazione del denaro.

Le banche non dispongono di attrezzature adeguate per rilevare le monete contraffatte, come invece accade per le banconote. Uno dei possibili metodi di rilevamento è la magnetizzazione delle monete, ma ultimamente i falsari hanno risolto anche quel "problema". Fatta eccezione per i caselli, nelle banche si evita l'uso delle monete

Video del giorno