VIDEOINTERVISTA | Dr. Sima: La madre più giovane ha 14 anni, sempre più bambini nascono dopo i 35 anni

Dott. Aneta Sima / Foto: "Sloboden Pechat"

Il mese di maggio, il mese della salute delle donne. Quando è il momento di visitare per la prima volta un ginecologo, quanto spesso dovrebbero essere effettuati i controlli regolari, come superare più facilmente la menopausa sono solo alcune delle domande discusse nello spettacolo Stampa libera Abbiamo chiesto una risposta alla professoressa assistente Dott.ssa Aneta Sima, ginecologa specialista, ostetrica della Clinica di Ginecologia e Ostetricia di Skopje.

Il medico dice che le ragazze di solito chiedono il loro aiuto, cioè vanno dal ginecologo per la prima volta quando hanno le prime mestruazioni.

– Raramente si visita un ginecologo prima, solo se ci sono dei disturbi. Di solito accade intorno ai 10-12 anni. Se stanno bene, di solito non c’è motivo di preoccuparsi. Anche se i cicli sono irregolari durante questo periodo, nei primi 5 cosiddetti anni mestruali, sono ammesse oscillazioni e irregolarità del ciclo a causa dell'immaturità dell'asse ormonale che determina il ciclo mestruale, dice Sima.

Lei spiega che negli ultimi dieci anni è cresciuta tra le donne la consapevolezza di dover andare regolarmente dal ginecologo, il che è positivo.

- Oltre a questi cambiamenti del ciclo, un altro disturbo più tipico a questa età, e fino all'adolescenza, è la cosiddetta sindrome della varicella policistica, che nella maggior parte dei casi non sanno nemmeno di avere. Tuttavia, apporta alcuni cambiamenti come l'aumento della pelosità, l'aumento del peso corporeo, l'acne, che disturba soprattutto le ragazze durante la pubertà - dice Sima.

Spiega che il ciclo può essere tardivo e scarso, e questo è ancora più allarmante per visitare immediatamente un ginecologo.

- Gli esami regolari in questo periodo fino all'adolescenza non sono particolarmente obbligatori, a meno che non vi siano alcune deviazioni. In questo periodo è molto importante ricordare l'importanza dell'informazione sulla contraccezione, perché in questo periodo fino all'adolescenza, nella maggior parte dei casi, inizia la vita sessuale. E qui bisognerebbe prestare molta attenzione, soprattutto perché il numero delle gravidanze adolescenziali è in aumento. È un problema serio e grosso su cui stiamo già lavorando. E la seconda ragione, che è chiaramente dimenticata, è la necessità di protezione contro le malattie sessualmente trasmissibili - dice Sima.

Dott. Aneta Sima / Foto: "Sloboden Pechat"

Secondo il nostro regolamento, la Cassa Sanitaria permette di scegliere un ginecologo di famiglia di età compresa tra 12 e 18 anni. Il medico dice che ci sono ancora ambienti in cui non si parla di prevenzione della gravidanza precoce.

– A seconda dell’ambiente da cui provengono e del luogo in cui si trovano, ci sono ancora regioni che sono in qualche modo stigmatizzate e pensiamo che ci sia ancora una grave mancanza di istruzione. Stiamo facendo sforzi, in collaborazione con il Ministero della Salute, per creare un centro di consulenza sulla contraccezione per i giovani. Tuttavia, secondo me, come genitore, resta che la famiglia è l'unità fondamentale da cui dovrebbe partire l'educazione, le madri, qui le sottolineo per le ragazze, dice Sima.

Negli anni di lavoro ha visto gravidanze a 13 e 14 anni, e già a 15 anni il parto è comune in alcuni ambienti.

- Siamo così stupiti, e loro partoriscono nel modo più normale, negli ultimi 5-6 mesi ne abbiamo avuti 2 o 3. Quindi, provengono da ambienti in cui è normale, lo accettano in quel modo, si comportano come questo, per non parlare del fatto che collaborano meglio e il parto avviene in modo più normale, a differenza delle donne anziane in travaglio - dice Sima.

Per quanto riguarda il periodo riproduttivo, è un periodo importante della vita di una donna, in cui si verificano anche cambiamenti fisiologici. Sima afferma che negli ultimi anni la tendenza è quella di una certa consapevolezza e di un crescente bisogno di aiuto e di controllo.

- Il PAP test di per sé è un metodo citologico il cui compito è individuare i primi cambiamenti e agire preventivamente sul cancro, soprattutto alla gola e all'utero. Ecco perché è fatto. Attualmente il Pap test viene eseguito ad intervalli di tre anni. Parlo di pazienti che non presentano alcun problema Nei paesi europei viene già introdotto il cosiddetto screening con la tipizzazione dell'HPV, spiega Sima.

Dice che come misura preventiva si consigliano controlli ginecologici regolari, almeno una volta all'anno. Ciò include un esame con uno speculum, un'ecografia ginecologica, un Pap test, se abbiamo una necessità e un problema. È integrato con HPV, tipizzazione, colposcopia, quindi esistono metodi di monitoraggio. Per quanto riguarda la gravidanza tardiva, Sima afferma che il primo figlio è previsto dopo 35 anni.

- Secondo noi è troppo tardi. La natalità diminuisce, la sterilità aumenta. Dopo il covid c’è stata un’epidemia di tumori maligni. La maggior parte di essi si è verificata in una fase avanzata, quando la sopravvivenza è bassa e c’è ancora un’epidemia di malattie maligne che in qualche modo si insinua. Il tasso di sopravvivenza non è cambiato. Per quanto riguarda la sterilità, posso dire che è enorme, soprattutto quella maschile. "Il Covid ci ha colpito con diverse patologie", dice Sima.

Per quanto riguarda la vaccinazione contro l'HPV, afferma che è a un livello molto basso. La menopausa è il terzo periodo della vita di ogni donna.

- È un periodo in cui ogni paziente otterrà letteralmente ciò che non ha fatto per se stessa durante la sua vita. Le tornerà come un boomerang in questi anni, dice Sima.

Spiega che ogni paziente dovrebbe prendersi cura di se stesso, della propria salute, dovrebbe fare esami preventivi, sottoporsi a controlli regolari, prendersi cura di mantenere un peso corporeo normale, condurre una vita attiva, prestare attenzione alla propria dieta.

– Quella donna invecchierà sana e sarà sana anche negli anni successivi. E viceversa, qualsiasi negligenza si rifletterà in un’ulteriore insorgenza precoce di malattie croniche. La raccomandazione per ogni donna è di prendersi cura di sé, sentire il proprio corpo e ascoltarlo, dice Sima.

Guarda l'intervista completa qui sotto:

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno