VIDEOINTERVISTA | Zemon: È un peccato che il nazionalismo stia tornando sulla scena, non solo in Macedonia ma anche altrove

Rubin Zemon / Foto: Sloboden Pechat / Metodij Zdravev

"È un peccato che il nazionalismo sia tornato sulla scena, non solo in Macedonia, ma assistiamo anche ad un aumento del numero di partiti nazionalisti alle elezioni europee. Il liberalismo è in crisi in Europa, quindi lo stesso processo può verificarsi in America come risultato di interessi basati sul nazionalismo, sullo sciovinismo, sull’etnocentrismo. In generale, è un processo negativo per la società stessa. Per non parlare del fatto che nei Balcani non siamo sopravvissuti a causa del nazionalismo. Due o tre anni fa c'è stata un'iniziativa in Parlamento per creare carte d'identità con appartenenza etnica. "Ora quelle stesse persone parlano di voci albanesi pure", ha detto Rubin Zemon, professore e direttore dell'Istituto di ricerche avanzate in un'intervista a Stampa libera in collaborazione con Gradska.mk.

Ha aggiunto che è un peccato che la maggioranza accetti questo vocabolario nazionalista e che non ci siano correnti liberali abbastanza forti che possano opporsi.

"La conoscenza che il nostro popolo aveva 30 anni fa e che ora abbiamo una conoscenza generale, ciò che sta accadendo è catastrofico. Vediamo le prove dei concorsi internazionali nelle scuole. Naturalmente abbiamo delle eccezioni, arrivano con delle ricompense. Il quadro generale è che la nostra istruzione è a un livello inferiore. Anche i libri si leggono un po'. Ciò abbassa il livello di tolleranza e di cultura. Quando abbiamo diversità e se non realizziamo i valori culturali nella nostra società, nella società appariranno tensioni", ha concluso Zemon.

Durante la conversazione ha inoltre chiarito che l'Istituto per la ricerca avanzata in Ungheria partecipa ad un progetto di ricerca scientifica sull'integrazione europea dei Balcani occidentali.

"Mi trovo in un soggiorno di quattro mesi presso l'Università di Kozik, in Ungheria, e lì stiamo conducendo un progetto di ricerca scientifica sull'integrazione europea dei Balcani occidentali con l'aiuto delle esperienze e delle conoscenze dei paesi dell'Europa centrale. Stiamo facendo ricerche nel campo della letteratura, sui dibattiti che si sono svolti nell'ultimo anno, così come su tutti i processi che stanno accadendo. Stiamo anche realizzando un questionario di ricerca, perché vogliamo il parere degli ambienti accademici, degli attivisti del settore non governativo e dei personaggi politici, per vedere cosa possiamo sfruttare dalle esperienze dei paesi dell’Europa centrale, perché abbiamo una passato condiviso", ha detto. Zemon.

Ha aggiunto che il questionario di ricerca è ancora in corso e si prevede che i risultati saranno disponibili entro la fine del mese.

"Trarremo le conclusioni. Ciò che ci preoccupa come Macedonia è il modo in cui Repubblica Ceca, Polonia e Slovenia hanno affrontato la corruzione, uno dei maggiori problemi che esiste nel nostro paese. Abbiamo anche problemi con il personale. Nel questionario c'è anche una domanda: se i paesi dei Balcani occidentali debbano rispettare rigorosamente i criteri di Copenaghen, cioè le condizioni speciali. "La Macedonia ha le modifiche costituzionali, la Serbia ha la questione del Kosovo, la Bosnia deve risolvere le tensioni", ha sottolineato Zemon.
Ha concluso che l’Europa è abbastanza impermeabile alla corruzione e alla società democratica.

Altro dall'intervista con Rubin Zemon nel link sottostante.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno