VIDEOINTERVISTA | Trenchevska: Il ministro dovrebbe occuparsi di politica, non di politica

Jovana Trenchevska - Foto: Sloboden Pechat

È molto importante che il ministro venga ricordato dall'opinione pubblica per aver creato buone politiche e risolto i problemi dei cittadini, ha affermato il viceministro aggiunto del lavoro e delle politiche sociali. Jovana Trenchevska nello spettacolo Stampa libera.

- È molto brutto per il ministro, quando entra in carica, occuparsi del lavoro del gabinetto, di speculazioni o di informazioni poco convinte e di manipolazioni senza fatti. Questo viene fatto per creare caos nelle persone. Se vieni al Ministero come ministro dovresti fare politica, non politica. Durante i suoi due anni e mezzo come ministro sono state adottate ottime soluzioni per quanto riguarda gli stipendi, le pensioni e la protezione sociale, i servizi sociali e l'assistenza all'infanzia con l'apertura di un gran numero di asili nido - ha sottolineato Trenchevska.

Una delle accuse è che durante la pandemia l’MTSP non ha corretto le decisioni secondo cui avrebbe dovuto essere effettuato il pagamento dell’assistenza sociale, in linea con il tasso di inflazione dei vari gruppi.

- A febbraio sono stato informato dalle persone che lavoravano al software per la protezione sociale che in alcuni centri alcune soluzioni non erano armonizzate, e la più grande era nel centro di Skopje. La verità è che durante la pandemia ci sono alcune omissioni dovute all’assenza dei dipendenti dal lavoro, perché tali erano i protocolli per evitare la diffusione del virus. Tuttavia, dal 2022 al 2024 fino al giorno in cui sarò ministro, tutte le soluzioni saranno armonizzate. Nel 2023 è stato fatto in conformità con il costo della vita dal 2022 del 14,2%, nel 2023 il costo della vita era del 9,3% e all'inizio del 2024 tutti i beneficiari hanno esercitato i loro diritti e hanno ricevuto nuovi importi adeguati al costo della vita - lei disse.

In una piccola parte dei centri le soluzioni non sono state corrette a causa della pandemia, ma questa è stata successivamente implementata e la maggior parte dei cittadini ha ricevuto soluzioni armonizzate con importi corretti.

- Del numero totale di 9000 utenti ai quali è stato dichiarato che non sono stati pagati gli importi corretti, oggi rimane una parte molto piccola, alla quale verrà effettuato il pagamento. Questa è la responsabilità dei direttori dei centri che rispondono al ministro - ha detto Trenchevska.

Potete vedere l'intera intervista con Trenchevska al seguente link:

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno