VIDEOINTERVISTA | Toškovski: Passano più di 40 giorni dallo scatto delle foto al rilascio dei documenti personali

Panče Toškovski/, foto Sloboden Pechat, Slobodan Djuric

Caos nell'emissione dei documenti di viaggio, tutti i cittadini potranno esercitare il diritto di voto, come ottenere i documenti personali e dove sarà la loro consegna all'indirizzo di casa, abbiamo chiesto al capo del Ministero degli Affari Interni dal periodo transitorio Governo tecnico per una risposta Panche Toshkovski.

Fa appello al Parlamento affinché modifichi le disposizioni legali che regolavano il metodo di identificazione e il metodo di voto per evitare che 100.000 cittadini perdano il diritto di voto.

- Se non verrà modificata la disposizione legale che regola il metodo di identificazione e il metodo di voto, avremo un problema serio, il diritto di voto sarà violato in modo draconiano. Queste 100mila persone che non hanno un documento con il nuovo nome costituzionale sono residenti in Macedonia, hanno tutti diritto di voto, vivono in questo Paese. Ma non hanno una carta d'identità valida, hanno un passaporto attivo con il vecchio nome costituzionale, e in questa situazione risulta che queste persone perdono il diritto di voto - dice Toškovski.

Panče Toškovski/, foto Sloboden Pechat, Slobodan Djuric

Spiega che lo Stato non è in grado di estrarre un tale numero di documenti perché il numero è enorme.

- Il Ministero dell'Interno ha già preparato un'adeguata informativa per il Governo e chiederò che venga esaminata domani nella sessione del Governo e spero che il Governo rinsavisca e proponga al Parlamento di indagare e risolvere da solo questo problema", ha detto Toshkovski.

Toškovski: 100mila cittadini rimarranno senza diritto di voto se il Parlamento non regolerà le modalità di identificazione durante le votazioni

Alla richiesta del Mediatore di dare una corsia preferenziale a tutti coloro che non hanno un documento di voto valido, Toškovski dice che è bello che tutte le persone possano chiedere ciò di cui hanno bisogno.

- Ottima la richiesta del Garante di un rilascio accelerato delle carte d'identità per i cittadini che non hanno un documento e non potranno votare alle elezioni. Grande è anche la richiesta del Governo per alcuni operatori, ma si cercano anche ingegneri informatici, operatori sanitari e professori. Tutti chiedono e incoraggio tutti a organizzarsi e a presentare una richiesta. Ma il fatto è che il Ministero degli Interni dispone di due macchine per la stampa dei passaporti, dice Toshkovski.

Ha affermato che la capacità dei dipendenti che lavorano alla stampa dei passaporti è di circa 3.000 al giorno.

Panče Toškovski/, foto Sloboden Pechat, Slobodan Djuric

- Lavorano dieci ore il sabato e la domenica. La soluzione è cambiare la legge, dice Toškovski.

Lui ha annunciato che mercoledì verrà aperto un nuovo punto per il prelievo dei documenti personali, che sarà situato presso il Centro di formazione a Idrizovo.

"Mercoledì verrà aperto un nuovo punto per l'estrazione dei documenti personali, che sarà situato nel centro di formazione di Idrizovo. Si tratta delle quattro stazioni base che sono state trasferite a Idrizovo dall'interno del paese. "Inizieremo con un turno, perché abbiamo formato il personale per quello, e saremo in grado di servire da 250 a 300 persone", ha detto Toshkovski.

Ha spiegato che saranno circa 400.000mila i moduli da consegnare entro giugno. L'obiettivo è che rilascino quanto più possibile prima, un minimo di centomila per soddisfare la dinamica.

Toshkovski dice che non si producono più 50mila passaporti al mese, ma da 75 a 80mila.

Mercoledì verrà aperto a Idrizovo un nuovo punto per il rilascio dei documenti personali

-I moduli saranno probabilmente disponibili entro l'8 maggio, entro le elezioni o entro la prima settimana di maggio. ma non voglio lasciare lo stesso problema che ho riscontrato il primo giorno. Voglio garantire la continuità, avere la ripresentazione dei moduli. Abbiamo circa 400.000 moduli da consegnare entro giugno. L'obiettivo è quello di liberare il più presto possibile il maggior numero possibile di questi 400mila, almeno centomila per soddisfare la dinamica, ha detto Toškovski.

Per quanto riguarda il progetto di consegna a domicilio dei documenti personali, Toškovski dice che l'idea era buona, ma nessuna attuazione. Ora stanno lavorando ad un progetto affinché tutti possano ottenere il proprio documento personale presso le stazioni di polizia del proprio luogo di residenza.

Guarda l'intera intervista con il ministro dell'Interno Pance Toškovski di seguito:

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno