VIDEOINTERVISTA | Prof. Dr. Spiridonov: Avremo un'estate calda con notti tropicali, siccità e possibili incendi

il prof. Dott. Vlado Spiridonov / Foto: Sloboden Pechat / Dragan Mitreski

Il Paese è stato colpito da un’ondata di caldo che è durata diversi giorni. Domani e sabato le temperature raggiungeranno i 40 gradi Celsius. Ci saranno ondate di caldo più frequenti come questa con notti tropicali, quanto dureranno le temperature infernali e quando dovremo aspettarci un raffreddamento, questa mattina nello show Stampa libera stiamo parlando con il professor Dr. Vlado Spiridonov della Facoltà di Scienze e Matematica di Skopje. Il professore dice che con il suo strumento NOTHAS utilizzato per scopi di ricerca, prevede che le temperature infernali finiranno entro il fine settimana. Da lunedì sono possibili temporali di supercelle, temporali locali e temperature leggermente più fresche.

- In più occasioni, 1-2 mesi fa, ho sottolineato che quest'anno avremo un'estate più calda e temperature in aumento di 1-2 gradi rispetto alla media definita da questi modelli atmosferico-climatici. Il sistema americano ha fornito una stima simile per un’estate molto calda sul suolo europeo. Non ci aspettavamo una tale siccità parallela alle alte temperature. Naturalmente c’è il cambiamento climatico. Esistevano, ma ora sono accelerati - dice Spiridonov.

Spiega che la temperatura è aumentata di 0,06 gradi ogni decennio dal periodo preindustriale.

il prof. Dott. Vlado Spiridonov / Foto: Sloboden Pechat / Dragan Mitreski

 

– Questo è il secondo ciclo di queste ondate di calore. Il cambiamento climatico porta conseguenze più negative. Una delle conseguenze è il frequente verificarsi di ondate di caldo sul pianeta. Le ondate di caldo portano con sé anche il verificarsi di siccità. Inoltre, con l'inizio dell'estate, avremo un deficit di precipitazioni e apparirà il pericolo di incendi. La nostra area, se guardiamo a livello globale, significa che il continente europeo è sotto l’influenza di una fascia subtropicale di alta pressione. Uno è posizionato nella parte nord-occidentale e penetra verso il Mediterraneo e la penisola balcanica, e l'altro centro è nella parte nord-orientale verso il Golfo Persico - spiega il professore.

Lo stato potrebbe rimanere senza meteorologi, solo tre studenti stanno studiando attivamente

Secondo lui l'aria calda arriverà anche in Macedonia, e si farà sentire maggiormente nelle aree urbane, a Skopje. Il professore invita a considerare anche la meteorologia urbana, molto importante per la qualità dell'aria.

Alla domanda su quanto durerà questa ondata di caldo, Spiridonov afferma che si formerà una circolazione ciclonica in una fascia di alta pressione a causa della penetrazione di aria più fredda, che ora domina la parte dell'Europa nordoccidentale.

VIDEOINTERVISTA | il prof. Dr. Spiridonov: Ci aspetta una lunga estate calda con temporali locali

- Per il fine settimana e già da lunedì il clima sarà più variabile, ci sarà instabilità, ci saranno temporali, le temperature saranno leggermente più sopportabili, quella settimana sarà abbastanza instabile per il Centro Italia, l'Istria, la Slovenia, la Croazia, si svilupperanno super tempeste cellulari. In Serbia verso lunedì, dice il professore.

Secondo il professore avremo un'estate più calda di 1-2 gradi rispetto alla media.

il prof. Dott. Vlado Spiridonov / Foto: Sloboden Pechat / Dragan Mitreski

- Abbiamo già l'impressione di notti calde e tropicali. Avremo sia siccità che incendi durante la seconda fase dell’estate. Tuttavia, avremo anche tempeste e temporali - dice Spiridonov.

Il professore e io abbiamo discusso anche della carenza di meteorologi nel Paese.

– Un professore a tempo pieno in Macedonia e uno studente a tempo pieno in meteorologia. Questa è l'immagine attuale dell'istituzione. Faccio costantemente appello affinché la meteorologia come branca della fisica, che sarà studiata presso l'Istituto di Fisica, fornisca pieno supporto nello sviluppo della scienza e della Facoltà di Scienze e Matematica. Voglio dire che, in effetti, verrà un giorno in cui ci chiederemo, ci guarderemo l'un l'altro e diremo: come mai non abbiamo personale ora, semplicemente chi può riferire sul tempo, sul clima e sulle acque? , i disastri meteorologici e il cambiamento climatico. Ebbene sì, non ci sarà, perché dovrebbe esserci una strategia per un ramo che sarà sempre più necessario in tutti i settori dello Stato. Semplicemente, per trovare una soluzione sistemica, iscriversi al primo ciclo di studi, formare il personale, assumere quelle dozzine che aspettano un lavoro da diversi anni e, semplicemente, pensare a quel personale che sarà estremamente necessario, poiché c'è una grande carenza di meteorologi, non c'è nessuno che riferisca sul tempo - dice Spiridonov.

Guarda l'intervista completa qui sotto: 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 100 DENARI

Video del giorno