VIDEOINTERVISTA | Nasser Ziberi: Il Mediatore deve avere lo status A per essere completamente indipendente

Nasser Ziberi / Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

In un'intervista per il programma mattutino di "Sloboden Pechat", il difensore civico Nasser Ziberi ha ricordato che con i deputati della composizione precedente sono state elaborate modifiche alla legge sul difensore civico, che avrebbero dovuto risolvere questioni cruciali per l'indipendenza di questa istituzione , ma non hanno visto la luce perché quel punto era l'ultimo all'ordine del giorno dell'ultima sessione della vecchia composizione parlamentare. Un ulteriore problema, dice Ziberi, è stato che la sinistra ha presentato più di mille emendamenti che hanno bloccato la legge.

- Insieme ai deputati della composizione precedente, abbiamo preparato una proposta di modifica della legge sul Difensore civico, che avrebbe dovuto risolvere questioni chiave come lo status dell'istituzione. Siamo un'istituzione nazionale per la protezione dei diritti umani, che secondo i criteri internazionali dovrebbe avere gli standard più elevati, e tali standard sono regolati dalla cosiddetta Dichiarazione di Parigi, in cui, come istituzione completamente indipendente che si occupa di diritti umani, dovrebbe avere lo status A e, per avere lo status A, dovrebbe avere completa indipendenza personale, finanziaria e spaziale. Non abbiamo questo status. Durante il processo di screening per l'avvio dei negoziati, una delle osservazioni fondamentali è che il Difensore civico non soddisfa i criteri per essere accreditato come istituzione nazionale per i diritti umani con status A - ha affermato il Difensore civico Nasser Ziberi, in un'intervista a "Sloboden Pechat ".

Per quanto riguarda i mandati coperti dall'istituzione del difensore civico, ha affermato che la gamma dei mandati coperti dal difensore civico è molto ampia.

 – La gamma dei mandati ricoperti dal Mediatore è molto ampia. L'istituzione del Difensore civico copre 22 distretti. In questi ambiti si lamenta anche che il fondamento della denuncia si riferisce all'affiliazione, nel caso dell'affiliazione nazionale. Accade soprattutto nel campo dell’occupazione e del rapporto di lavoro. Nel periodo passato era corrente la dichiarazione dell'etnia come condizione per l'assunzione nella pubblica amministrazione con il contrappeso, l'occultamento o la falsa rappresentazione dell'etnia. Anche nel campo dei diritti del lavoro e dei rapporti di lavoro c'è motivo di opposizione, l'appartenenza etnica è nel sistema di avanzamento e promozione - ha detto Ziberi.

Ha aggiunto che nel campo dell’istruzione, come quello del diritto all’istruzione, ci sono petizioni che partono da questa base.

- Abbiamo un dipartimento per la protezione contro la discriminazione e il mobbing, c'è un dipartimento per i diritti del lavoro, ma ci sono anche questioni per le quali non siamo competenti. Il Mediatore non copre l’intero settore privato. In tal caso rimetteremo tali ricorsi alla competenza della competente commissione per la tutela contro le discriminazioni - ha sottolineato Ziberi.

Potete vedere l'intera intervista a Nasser Ziberi al seguente link:

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno