VIDEOINTERVISTA | Come il politologo Stojchevski è diventato un famoso game designer

Boban Stojchevski/ Foto: Sloboden pechat-Dragan Mitreski

La Macedonia ha geni e innovatori? Cosa creano i geni e cosa li distingue dai loro coetanei? Quante innovazioni ci sono in questo Paese e quanto sono innovativi i nostri individui e su quante si sta lavorando? Domande a cui pochi conoscono la risposta. Stampa libera cercherà di fornire almeno una piccola parte delle risposte attraverso una serie e di dare la possibilità a geni e innovatori di presentare al grande pubblico le proprie creazioni e idee. Creatori di giochi, giocatori di scacchi di successo, ingegneri, scienziati, ballerine... sono solo alcuni dei personaggi che faranno parte della nostra serie. Ci auguriamo che in questo modo si possa incoraggiare la consapevolezza pubblica e le istituzioni competenti a stanziare più fondi a questo scopo, per trovare il modo di promuovere le proprie idee dove dovrebbero per un domani migliore per tutti noi. Allo stesso tempo, che questo sia un invito aperto a tutti coloro che vogliono condividere con noi i propri successi e innovazioni, ma anche a tutto il pubblico, a registrarsi all'indirizzo email ufficiale.

Boban Stojcevski è un game designer. Per Stampa libera dice che l'apprendimento è stata la sua sfida più grande e la cosa migliore che gli è capitata.

Boban Stojchevski/Foto: Sloboden pechat-Dragan Mitrevski

-Imparare è stata la sfida più grande e la cosa migliore che mi è capitata, perché qui ho capito e scoperto quanto sia complesso lo sviluppo di un gioco. Il mio amore per i videogiochi, per la realizzazione di videogiochi, è iniziato nel 1989 con l'acquisto del mio primo computer Commodore 64. Dopo un po' di tempo mi sono reso conto che nella vita mi interessavano anche altre cose e mi sono iscritto agli studi politici all'Università di Stulov - dice Stojchevski.

Dopo il periodo di studi venne contattato da un'azienda che lavorava su molti giochi famosi.

Boban Stojchevski/Foto: Sloboden pechat-Dragan Mitrevski

-Siamo stati contattati da un'azienda che sviluppa videogiochi, lavora per Nintendo, e poi, in un solo anno di lavoro, ho avuto la possibilità di lavorare su due giochi PlayStation, che per me è stata, forse, la cosa migliore che potessi fare' abbia mai sperimentato in vita mia. Abbiamo fondato "Furious Avocado", abbiamo realizzato il nostro primo gioco di maggior successo "Tie-Dye" - dice Stojchevski.

Il gioco raggiunge duecento milioni di download e in più ha ricevuto "Unicorn Status" sull'app, che è fondamentalmente qualcosa che è il suo più grande risultato.

Boban Stojchevski/Foto: Sloboden pechat-Dragan Mitrevski

- Non importa quante sfide abbiamo e cosa dobbiamo fare, almeno il dieci per cento di noi dovrebbe rimanere fisso sul sogno della propria vita. "Furious Avocado" è la realizzazione del sogno di una vita - dice Stojchevski.

Guarda qui sotto l'intera intervista della collega Agnesa Chavoli: 

 

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno