VIDEO: La protesta è tesa, volavano bottiglie e sassi, i manifestanti vogliono entrare nel governo

Foto: Alpha TV / schermo di stampa

Stasera si terrà una nuova messa davanti al Governo protesta organizzato dall'opposizione, in cui i cittadini esprimono il loro malcontento per la cosiddetta "proposta francese" per l'avvio dei negoziati di adesione della Macedonia all'UE e chiedono le dimissioni del governo Dimitar Kovacevski.

La protesta è iniziata in modo teso, con uova, carta igienica e bottiglie lanciate contro il palazzo del governo, dopodiché la recinzione di protezione è stata demolita e c'è stata una spinta con la polizia.

Si sentono grida di "dimissioni" e "diventate macedoni". Alcuni dei manifestanti si sono scontrati con la polizia che ha allestito un cordone davanti al governo, dopo aver sfondato la recinzione protettiva e aver iniziato a lanciare pietre contro la polizia. Parte dei media ha riferito che tra la folla sono state viste anche diverse persone con i fantasmi.

All'inizio della protesta, l'inno macedone è stato eseguito da Lambe Alabakovski, la cantante sospettata di aver dato fuoco al club culturale bulgaro di Bitola.

"Se la mia diagnosi è piromane, la tua diagnosi è traditrice", ha detto oggi Alabakovsky alle autorità, che poi simbolicamente dare fuoco a una foglia su cui sono stati scritti l'Accordo di Prespa, l'Accordo con la Bulgaria e la proposta francese.

Il leader di VMRO-DPMNE, Hristijan Mickoski, ha convocato oggi i cittadini a un grande raduno perché, secondo le informazioni dell'opposizione, il governo intende accogliere domani la proposta della presidenza francese.

Video del giorno