VIDEO | prof. Metodi Hadji Janev: Quando si tratta di Putin, tutto è possibile, anche l'inizio di una guerra nucleare

prof. Metodi Hadji Janev/Foto: stampa libera

Il professore universitario, Metodi Hadzi Janev nello studio degli ospiti di Stampa libera ha parlato di come sono andate le votazioni nei cosiddetti referendum in quattro regioni ucraine sull'adesione alla Federazione Russa, che sono gli strumenti giuridici e politici di Mosca dopo l'annessione di questi territori, ma anche della possibile escalation del conflitto per quanto riguarda il possibile uso di armi nucleari da parte di Mosca sui campi di battaglia.

- Questi referendum sono ingegneria politica, in cui i diritti sono collocati come parte di uno strumento politico con il quale si vuole ottenere una certa legittimità. Tuttavia, va sottolineato che ciò che è legale deve essere anche legittimo o giusto. Così, secondo alcuni precedenti internazionali secondo cui la democrazia liberale occidentale è riuscita in passato a imporre dei precedenti che poi ha istituzionalizzato molto più abilmente, ora la Russia sta cercando di farne un'inversione giuridica. Un'inversione in cui, sottolineando la tutela delle minoranze o dei diritti umani, aggira il principio di sovranità, principio su cui si pongono le basi dell'ONU, e quel principio è che tutti gli stati possono essere sovrani e nessuno ha il diritto interferire nelle relazioni interne - afferma il prof. Hadji Janev.

prof. Metodi Hadji Janev nello studio di Sloboden TV/Foto: Sloboden Pechat

Alla domanda se, dopo la fine dei referendum e l'annessione dei territori ucraini e ufficialmente sotto il controllo amministrativo di Mosca, la Russia possa essere tentata di utilizzare armi nucleari tattiche come protezione contro di loro se verrà attaccata nelle regioni, il professore chiarisce che quando si parla di Putin tutto è possibile, anche l'inizio di una guerra nucleare.

- Abbiamo visto in molte occasioni che la vecchia diplomazia sovietica o strumento di disinformazione in cui uno su dieci mente è una verità viene continuamente rianimato. Tutto ciò contribuisce a creare una nebbia nelle aspettative e ad abbassare la guardia di chi ha bisogno di essere difeso. Le case occidentali così serie in questi giorni stanno analizzando che questo è un bluff sulla minaccia di Putin con le armi nucleari, fornendo argomentazioni che hanno una logica, e sono che, se Putin decidesse di effettuare un attacco nucleare, avrebbe ripercussioni sulla popolazione russa lì . Tuttavia, può utilizzare un'arma strategica tattica in cui ci saranno testate con capacità nucleare - sottolinea il professor Hadji Janev in un'intervista a "Sloboden Pechat".

Segui l'intera conversazione nel video:

 

Video del giorno