VIDEO | prof. Kadievska Vojnovi:: Il valore reale degli stipendi nel settore pubblico sta diminuendo, non sono armonizzati né con il salario minimo né con l'inflazione

Maja Kadievska Vojnovi / / Foto: stampa libera

Il Ministero delle Finanze e la Banca Nazionale hanno rivisto la proiezione, abbiamo una correzione al ribasso della crescita del PIL. Ora le due istituzioni che devono fornire un quadro dell'economia gravitano intorno al tre per cento. Quindi quest'anno è difficile per noi come Paese vedere una crescita. Ciò che è importante, e penso che influirà, è che non avremo investimenti esteri. Abbiamo avuto per molto tempo una politica di investimenti esteri disastrosa. "Tutto ciò che entra come investimento estero è in realtà profitto reinvestito o prestito interaziendale tra strutture esistenti", ha detto a "Utrinski briefing" Maja Kadievska Vojnovic, membro della VMRO-DPMNE EC.

Secondo lei, nonostante la crescita del salario minimo e la crescita del salario medio, finora non c'è armonizzazione dei salari nel settore pubblico.

-Anche se il governo si vanta che c'è un aumento nominale degli stipendi e dice che l'unica misura economica ha raggiunto oltre 30.000 dinari, ma se abbiamo una riduzione del valore reale degli stipendi, nel settore pubblico. Non vi è alcun rispetto né del salario minimo né del tasso di inflazione. "Qui parlo di difesa, polizia, istruzione, servizi pubblici, sistema energetico, non c'è adeguamento salariale", ha detto Kadievska Vojnovic.

Ha sottolineato che il governo ha continuamente una politica populista, perché la produttività non segue la crescita dei salari.

-Se non c'è produttività che non è nel paese, significa che viene trasferita ai prezzi finali. Ciò significa che parte dell'inflazione è creata internamente, a causa di un periodo di tempo più lungo in cui la crescita dei salari è in linea con la produttività, e non abbiamo consumi privati, ha affermato Kadievska Vojnovic.

Kadievska Vojnovic ha sottolineato che quest'anno è difficile e che ci sarà una crescita economica perché non ci sono investimenti esteri e le società nazionali sono duramente colpite dalla crisi e non hanno liquidità.

- Penso che quest'anno difficilmente noteremo una crescita dell'economia. Se guardiamo alle proiezioni, ciò che è significativo è l'attività di investimento delle aziende, e non solo non abbiamo investimenti esteri, ma abbiamo anche una politica disastrosa per un lungo periodo di tempo. Il settore privato nazionale non ha possibilità di investimento, perché ha risentito dell'aumento del salario minimo, della crescita delle materie prime, dell'energia. "Quello che preoccupa è che dall'inizio dell'anno fino ad aprile c'è una diminuzione della liquidità Denar delle società nelle banche e questo è un altro segnale", ha affermato Kadievska Vojnovic.

Kadievska Vojnovi ука ha sottolineato che non ci sarà crescita dell'economia su un altro indicatore importante, il commercio estero, cioè l'esportazione sarà adeguata, e ciò che è cruciale è il consumo personale della popolazione.

Guarda l'analisi completa nel video:

 

Video del giorno