VIDEO | È iniziato il congresso dell'SDSM, si attende la conferma della candidatura di Pendarovski

Nel 27esimo congresso dell'SDSM, iniziato da tempo, si prevede che venga confermata la candidatura di Stevo Pendarovski alla presidenza. Il congresso è iniziato con il canto dell'inno nazionale macedone.

L'attuale presidente Pendarovski si batterà per il secondo mandato come candidato indipendente sostenuto dall'SDSM. Oggi, in poche ore, è riuscita a raccogliere le firme dei cittadini necessarie per partecipare alla corsa. Dopo la conclusione dei lavori del Congresso è atteso il suo intervento.

Prima del congresso si è riunito il consiglio centrale dell'SDSM per chiedere il sostegno a Pendarovski già adottato dal consiglio esecutivo.

Dopo l'intervento del presidente dell'SDSM, Dimitar Kovachevski, al congresso seguirà una parte chiusa e di lavoro, dopo la quale interverrà anche il candidato alla presidenza dello Stato.

Pendarovski, dopo aver annunciato l'altro ieri la candidatura ufficiale alla presidenza dello Stato, ha raccolto oggi le 10mila firme necessarie per la candidatura civile che, come ha informato il suo gabinetto, sono state raccolte in meno di cinque ore.

Pendarovski è presidente dello Stato dal 12 maggio 2019. Si è candidato alla presidenza del paese per la prima volta nel 2014, come candidato della coalizione guidata dall'SDSM, ma non è riuscito a sconfiggere l'allora presidente Gjorge Ivanov. Nel 2019 si è candidato per la seconda volta alle elezioni presidenziali come candidato consensuale di SDSM, DUI e decine di altri partiti politici e ha sconfitto la candidata dell’opposizione VMRO-DPMNE, la professoressa universitaria Gordana Siljanovska-Davkova. E in queste elezioni Siljanovska Davkova è la sua avversaria. E oggi ha raccolto 10 firme di cittadini per la candidatura, e ieri VMRO-DPMNE ha formalizzato il suo sostegno in un convegno.

Finora altri cinque candidati hanno raccolto le firme per partecipare alla corsa alla presidenza del paese: il leader della "ZNAM" Maxim Dimitrievski, l'attuale ministro degli Esteri Bujar Osmani candidato della DUI, il presidente del GROM Stevce Jakimovski, Biljana Vankovska, candidata di Lefta e Arben Taravari della coalizione dell'opposizione unita albanese "Vredi".

 

Video 24 Informazioni.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno