VIDEO: È morto l'uomo che si è dato fuoco davanti al tribunale di New York

Un uomo si è dato fuoco davanti a un tribunale di New York/Foto: EPA-EFE/SARAH YENESEL

L'uomo che si è dato fuoco ieri in tribunale a New York, dove si stava svolgendo il processo penale contro Donald Trump, è morto, ma i funzionari hanno detto che sembrava che non avesse preso di mira lo stesso ex presidente degli Stati Uniti.

L'uomo è stato avvolto dalle fiamme per diversi minuti davanti alle telecamere installate all'esterno del tribunale per seguire il processo contro Trump, il primo ex presidente nella storia degli Stati Uniti ad essere processato in un tribunale penale.

NBC News e altri media americani hanno riferito nelle prime ore di oggi (ora locale) che l'uomo era morto. Il Dipartimento di Polizia di New York ha dichiarato, secondo NBC News, che le autorità dell'ospedale dove è stato portato l'uomo lo hanno dichiarato morto.

Le autorità avevano precedentemente affermato che l’uomo, sulla quarantina, era in condizioni critiche.

Testimoni hanno detto di aver visto l'uomo prendere dei volantini da uno zaino e lanciarli in aria, poi bagnarsi di liquido e darsi fuoco. Uno di quei volantini conteneva riferimenti a “miliardari malvagi”, ma i passaggi visti da un testimone della Reuters non menzionavano Trump.

La polizia di New York ha detto che l'uomo, identificato dalle autorità come Max Azzarello di St. Augustine, in Florida, non sembrava prendere di mira Trump o altri coinvolti nella causa.

"In questo momento lo stiamo caratterizzando come una sorta di teorico della cospirazione e andiamo da lì", ha detto il vice commissario di polizia Tariq Shepard in una conferenza stampa.

In un manifesto online, un uomo con quel nome ha detto che si stava dando fuoco e si è scusato con amici, passanti e soccorritori. Il post parla di "un colpo di stato fascista apocalittico" e critica le criptovalute e i politici statunitensi, senza però citare specificamente Trump.

Secondo un testimone della Reuters, sul posto si è sentito odore di fumo poco dopo l'incidente, mentre un agente di polizia ha spruzzato il terreno con un estintore. Sul posto c'erano uno zaino fumante e un accendino a gas.

L'incidente scioccante è avvenuto poco dopo la conclusione della selezione della giuria per il processo di Trump, aprendo la strada ai pubblici ministeri e agli avvocati della difesa per riprendere le discussioni di apertura la prossima settimana.

In questo caso, Trump si è dichiarato non colpevole di tutti i 34 capi d’accusa di falsificazione di documenti per nascondere i soldi che aveva pagato all’ex pornostar Stormy Daniels prima delle elezioni.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno