VIDEO: Le finestre del Parlamento sono state rotte, il discorso di Vesna Petrushevska è stato interrotto

Foto: RFE/printscreen

Nei momenti in cui l'attrice parlava davanti ai cittadini riuniti Vesna Petrusevska, il suo discorso è stato interrotto quando un gruppo di manifestanti, alcuni dei quali indossavano fantasmi, ha abbattuto la recinzione di protezione posta davanti al Parlamento e ha cercato di spingersi verso l'ingresso del palazzo del Parlamento, dove sono stati fermati da un grande cordone di polizia.

I manifestanti stanno lanciando vari oggetti contro la polizia, ma anche contro l'edificio dell'assemblea, che ha le finestre rotte, e la situazione è tesa.

Petrushevska ha affermato nel suo discorso che nessuno ha il diritto di negoziare sulla nostra identità e lingua, oltre che "questa protesta è una lotta per noi macedoni".

"Sono venuto con uno scopo, dirti alcune cose. Prima di tutto, è una responsabilità sociale per ogni operatore culturale, attore, musicista venire a dire che abbiamo una sola lingua, ed è il macedone, ha affermato Petrushevska durante la protesta odierna contro la proposta francese, che si tiene sotto il motto "Ultimate - NO grazie".

"Nessuno può negoziare sulla nostra identità, la lingua macedone è la nostra fortezza. Siamo in guerra con la lingua macedone. Siamo un grande popolo, siamo solo svantaggiati. Ecco perché oggi sono qui e anche la pioggia, il tempo e i temporali non mi hanno fermato. Questa è una lotta per noi, per i macedoni e per la nostra lingua", ha detto Petrushevska ai cittadini riuniti.

Video del giorno