VIDEOINTERVISTA | Senich: Non esiste una cura per l’HIV/AIDS, ma la missione è raggiungere lo 2030% di nuove infezioni entro il 0

Andrei Senich/foto Schermata di stampa

Con una campagna e una festa umanitaria dal titolo "La cura dell'HIV" a "Soma", si celebrerà oggi la Giornata mondiale dell'HIV/AIDS. Non è stata ancora trovata una cura per questo virus, ma più recentemente le persone infettate da questo virus possono vivere una vita sana, lunga e produttiva attraverso una terapia adeguata.
Un obiettivo politico globale di tutti i paesi a livello delle Nazioni Unite è raggiungere lo zero% di nuove infezioni entro il 2030 attraverso le misure adottate per controllare l’epidemia.

Ospite del programma mattutino Andrej Senich, direttore esecutivo dell'associazione "Stronger Together". Stampa libera su Slobodna TV, ha detto che la qualità della vita delle 506 persone sieropositive viventi registrate nel nostro paese è buona, ma potrebbe essere molto migliore.

- Non appena una persona affetta da HIV riceve la diagnosi, sia nel mondo che nel nostro Paese, può iniziare immediatamente il trattamento. È una terapia in compresse, antivirale. Impedisce al virus di moltiplicarsi e lo sopprime fino a ridurlo a una quantità cosiddetta non rilevabile nel sangue, il che significa che non è quasi in circolazione e quindi non può essere trasmesso, dice Senich.

Le persone sieropositive in terapia possono avere figli, senza alcun rischio per il partner e il bambino.

- Il bambino può essere infettato solo se la madre è sieropositiva, non c'è modo di infettarsi dal padre. Se il padre è positivo ed è in terapia non c'è modo di trasmetterlo alla compagna, spiega Senich.

Ha invitato le donne a sottoporsi al test entro i primi tre mesi di gravidanza, perché se il virus viene rilevato nella prima fase della gravidanza, la terapia può sopprimerne la diffusione e raggiungere la cosiddetta quantità non rilevabile, prevenendo così la trasmissione del virus al bambino.

Guarda di seguito l'intera intervista con Andrej Senich, direttore esecutivo dell'associazione "Together Stronger":

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno