VIDEOINTERVISTA | Hadji Janev: L'accordo di estradizione con la Turchia lascia intendere la consegna rapida di Palevski

il prof. Metodi Hadji Janev / Foto: "Sloboden Pechat" / Dragan Mitreski

I nostri servizi di sicurezza hanno completato il loro lavoro in modo professionale e tempestivo per quanto riguarda la localizzazione e la detenzione delle persone coinvolte. Loro chi sono sospettano l'omicidio della quattordicenne Vanja Gjorchevska e Pavle Žežovski di Veles. Un ulteriore chiarimento per l’opinione pubblica nazionale è il fatto che, indipendentemente dall’efficacia delle istituzioni macedoni nel fornire la documentazione necessaria alle autorità turche per consegnare il sospettato Ljupco Palevski per i crimini commessi nel paese, esistono procedure legali internazionali che devono essere rispettato e osservato - dice il professore universitario Metodi Hadzi Janev durante un'apparizione come ospite nello spettacolo mattutino di Stampa libera.

Durante la conversazione in studio, Hadji Janev ha spiegato che l'estradizione non è garantita in tutti i casi, soprattutto quando si tratta di motivi politici. Come sostiene il professore, nel caso dell'omicidio della piccola Vanja non si tratta di alcuna connotazione politica e quindi non dovrebbero esserci grandi ritardi nella procedura.

- Ciò che forse è la fortuna più grande in questo caso e si riferisce ad una più rapida soddisfazione della giustizia è il fatto che la Macedonia e la Turchia hanno firmato un accordo bilaterale per l'estradizione reciproca delle persone accusate di atti criminali, che a mio avviso preannuncia la rapida consegna dei Lo dice alle istituzioni nazionali il sospettato Ljupco Palevski – Hadji Janev.

L'esperto di relazioni internazionali sottolinea che ora è tutta la procedura се tutto dipende dal lavoro delle istituzioni turche e dalla loro valutazione del perseguitato Palevski e, secondo Hadji Janev, ciò potrebbe richiedere un mese o più.

- Fino ad ora, secondo quanto raccolto dalle informazioni nella procedura pre-investigativa e investigativa, non ci sono indicazioni di coinvolgimento politico e collegamento con il sospetto rifugiato. Se si fa una retrospettiva sui profughi del paese Loro chi sono condannato in procedimenti non ancora a disposizione della nostra autorità giudiziaria come Nel caso dell’ex primo ministro Nikola Gruevski e degli altri, si può vedere che si tratta di casi totalmente diversi con un profondo coinvolgimento politico. In questo contesto, non mi aspetto alcuna proroga dell’estradizione del sospettato da parte delle autorità turche, a meno che non si tratti di un errore amministrativo da noi commesso involontariamente al fine di completare la documentazione per l’estradizione del rifugiato Palevski non appena la Turchia richiedesse ulteriori informazioni - ha sottolineato il professor Hadji Janev.

Nella conversazione in studio, il professor Haji Yanev ha fatto riferimento anche agli ultimi sviluppi delle guerre in Ucraina e Israele, al blocco della richiesta della Casa Bianca di aiuti finanziari d'emergenza all'Ucraina e a Israele da parte del Senato degli Stati Uniti, ma anche ad altri sviluppi provenienti da la scena politica internazionale.

Puoi guardare ulteriori conversazioni sulla visita del professore universitario Metodi Hadji Janev nel video qui sotto.

 

 

 

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno