VIDEO: Una modella russa e sua figlia sono state brutalmente assassinate in Turchia, l'ex marito è sospettato

Modella russa brutalmente assassinata e sua figlia in Turchia/Foto: Screenshot

La polizia turca ha trovato i corpi della russa Irina Dvizova, 42 anni, e della figlia Diana, 15 anni, scomparse pochi giorni fa.

I corpi della madre e della figlia furono ritrovati coperti da lenzuoli, legati l'uno all'altra su una roccia ad Alicarnasso.

Secondo la Pravda, la donna di 42 anni e sua figlia avrebbero riportato ferite mortali da arma da fuoco.

Una madre e una figlia erano scomparse qualche giorno prima, e le loro ricerche sono iniziate dopo che i familiari hanno scoperto del sangue sul divano della villa dove vivevano le due vittime.

Il principale sospettato del duplice omicidio è Andrey Kuslevich, l'ex marito della donna di 42 anni, che i parenti della donna descrivono come una persona irritabile.

"Mi ha picchiato con le mani e con un asciugamano per non lasciare segni", ha detto il figlio di Dvizova dal suo primo matrimonio a proposito di Kushlevich, che in precedenza aveva lavorato come guardia del corpo per un oligarca ucraino.

"Ha picchiato anche mia madre con mani e calci." Ho paura per lui, ho paura per la mia vita", ha aggiunto, parlando alla Komsomolskaya Pravda.

L'ex modella ha avviato davanti al tribunale di Mosca un procedimento contro Kuslevic, cittadino lituano, per impedirgli di avere accesso al figlio di 5 anni.

Il piccolo Makar è considerato disperso dopo il duplice omicidio. La polizia turca ha chiesto aiuto all'Interpol per localizzare Kuslevic e il bambino di 5 anni che si ritiene fosse con lui.

I media russi riferiscono che la donna di 42 anni ha lasciato la casa che condivideva con Kushlevich in Lituania e si è inizialmente rifugiata nella casa di suo padre a Mosca prima di prendere finalmente i suoi figli, un bambino di 15 anni e un bambino di 5 anni. e partenza per la Turchia.

"Ha detto che il suo ex marito voleva portarle via i bambini e che era mentalmente disturbato. Ho capito che è andata in Turchia per scappare da lui, perché ha subito abusi fisici e mentali da parte sua e mi ha raccontato della brutale violenza", ha detto un amico della donna di 42 anni brutalmente assassinata.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno