VIDEO | Andonović: Le autorità russe hanno posto altre tre condizioni affinché la famiglia di Navalny riceva il suo corpo

Analisi con Andonović / Foto Sloboden pechat

La madre di Alexei Navalny, Lyudmila, ha accusato le autorità russe di aver organizzato un funerale "segreto" per suo figlio, dicendo che non sarebbe d'accordo.

Ivan Zhdanov, direttore della Fondazione anticorruzione di Navalny, ha annunciato che il comitato investigativo russo ha stabilito ulteriori condizioni per la consegna del corpo alla madre di Navalny, riferisce la CNN.

Oltre alla sepoltura segreta, il Consiglio stabilì altre tre condizioni:

1. La salma dovrebbe essere trasportata a Mosca con un aereo speciale e, prima di arrivare nella capitale, la madre di Navalny non dovrebbe annunciare il funerale, per non provocare un assembramento di suoi sostenitori ad attendere la sua salma all'aeroporto.

2. Per tutto il tempo prima del funerale, la famiglia deve essere accompagnata da un dipendente della commissione investigativa per controllare che il momento del funerale non diventi pubblico.

3. La madre di Navalny dovrebbe decidere la data del funerale dopo l'arrivo a Mosca. Il corpo dovrebbe essere conservato a Mosca o nella regione di Vladimir prima della sepoltura. Secondo Zhdanov, la commissione investigativa "teme che l'obitorio venga attaccato" e che il corpo venga rubato.

Il certificato di morte sarà consegnato alla famiglia di Navalny dopo che sua madre e sua moglie avranno accettato di soddisfare queste condizioni, ha detto il direttore della Fondazione anticorruzione Zhdanov in un'intervista rilasciata ai media russi.

Ha aggiunto che la madre di Navalny, Lyudmila, è stata minacciata di accettare queste condizioni.

Nel frattempo, il quotidiano francese "Figaro" afferma che la morte improvvisa del politico dell'opposizione russa Alexei Navalny in una remota prigione, dove stava scontando una pena di 19 anni, ha causato molte speculazioni e sospetti sulla sua morte.

I suoi parenti hanno accusato le autorità russe di aver nascosto il suo corpo per nascondere le prove, e sua moglie Yulia Navalny, come molti leader occidentali, ha incolpato le autorità russe per la sua morte.

In un articolo scritto da Cecil Tepper sul suddetto giornale si afferma che questa morte, avvenuta un mese prima delle elezioni presidenziali, è stato un errore per Mosca, e Dmitry Peskov ha risposto che tutte le accuse erano "gravi e infondate".

L'ufficio centrale del Servizio penitenziario federale ha affermato che una squadra di medici è stata incaricata di condurre le indagini.

La portavoce di Navalny, Kira Jarmish, ha detto che il corpo non sarà restituito alla famiglia prima di 14 giorni, suscitando indignazione tra la madre dell'ex detenuto, che ha chiesto al presidente russo Vladimir Putin di consegnare immediatamente il corpo di suo figlio.

"In genere, un'autopsia richiede solo poche ore, forse un giorno nei casi più complessi", ha detto Mark Augsburger, capo del Dipartimento di Tossicologia presso il Centro di Medicina Legale dell'Università Romana di Losanna.

I tossicologi francesi citati da Figaro hanno detto: "Non possiamo escludere che abbia avuto un infarto, uno scoppio di vasi sanguigni o un'embolia polmonare, e l'autopsia può stabilirlo".

Se non viene trovata alcuna causa naturale, è necessario eseguire più test, il che richiede più tempo, aggiungono gli esperti.

Il Protocollo del Minnesota, documento delle Nazioni Unite che disciplina le indagini sulle morti sospette, prevede che il corpo del defunto non venga restituito alla famiglia e stabilisce che le indagini debbano essere condotte in "maniera rapida, imparziale e trasparente".

Gli investigatori possono trattenere legalmente il corpo di una persona morta in prigione per un massimo di 30 giorni, il che significa che una trattenuta di due settimane non è insolita.

Kira Jarmis, portavoce e amica intima di Navalny, ha accusato le autorità di voler "coprire le tracce dell'omicidio", anche se non vi era alcuno scopo giustificato dal punto di vista medico.

"In caso di avvelenamento, è molto raro che ogni traccia di sostanze tossiche venga cancellata nel tempo, a differenza dei gas", affermano gli esperti forensi.

Molti, guidati da precedenti casi di avvelenamento in Russia, sospettavano il Novichok, una sostanza chimica sviluppata dall’Unione Sovietica negli anni ’1970 e difficile da rilevare.

I tossicologi, afferma Figaro, affermano che il Novichok è una neurotossina che paralizza i muscoli, compresi quelli respiratori, provocandone una morte rapida. Queste sostanze sono difficili da individuare nei laboratori europei, anche con i migliori apparecchi perché non se ne conosce la composizione completa, Figaro cita i tossicologi francesi.

Il giornale ha riferito che la morte di Alexei Navalny è avvenuta immediatamente dopo una passeggiata nel cortile della prigione, dopo di che si sarebbe sentito male e avrebbe perso conoscenza.

Sul posto è intervenuta immediatamente un'equipe medica del vicino ospedale che ha tentato di rianimare il paziente, ma senza successo.

Il giorno prima, secondo il giornale, aveva partecipato a due udienze in tribunale in collegamento video e non si era lamentato del suo stato di salute.

In parte, l'arrivo dei resti di Navalny e dei suoi funerali al pubblico mondiale pone un altro problema per Putin e la leadership del Cremlino perché, come riportato, il funerale di Navalny potrebbe diventare un evento di massa, con migliaia di persone che parteciperanno a una sorta di manifestazione. prima delle elezioni, nelle quali Putin dovrà dimostrare a tutti che tutto è sotto controllo, che la Russia è stabile e che il suo governo è molto fermo", ritengono gli analisti.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno