VIDEO | Andonovic: Mosca accusa la NATO di preparare un attacco alla Russia

Analisi con Andonović / Foto Sloboden pechat

Uno dei capi dei servizi segreti russi dell'FSB ha accusato i paesi della NATO di prepararsi a effettuare attacchi nucleari sul territorio russo.

Il generale Vladimir Kulishov, capo del servizio di frontiera dell'FSB, ha dichiarato all'agenzia di stampa statale RIA Novosti che Mosca è preoccupata per l'aumento dell'attività della NATO vicino al confine russo.

"Le attività di intelligence della NATO stanno aumentando vicino al confine russo, così come l'intensità dell'addestramento operativo e di combattimento dei soldati. "Si stanno sviluppando scenari per un attacco alla Federazione Russa, compresi attacchi nucleari sul nostro territorio", ha detto.

I suoi commenti arrivano dopo che il presidente russo Vladimir Putin all'inizio di questo mese ha ordinato ai suoi militari di esercitarsi con armi nucleari tattiche "a causa delle minacce provenienti dall'Occidente".

In precedenza i paesi baltici e la Polonia avevano avvertito che avrebbero potuto inviare truppe in Ucraina se la situazione per l'Ucraina dovesse peggiorare significativamente perché gli alleati non vogliono consegnare armi a Kiev, riferisce lo "Spiegel" tedesco.

Il giornale scrive che, a margine della conferenza sulla politica estera e di sicurezza tenutasi la settimana scorsa a Tallinn, i rappresentanti dei paesi baltici hanno "avvertito" la Germania sulle conseguenze della sua politica riguardo al conflitto in Ucraina.

"Se i russi riuscissero a fare una svolta strategica nell'est dell'Ucraina, perché l'Occidente non vuole aiutare Kiev, la situazione potrebbe improvvisamente peggiorare. In questo caso i paesi baltici e la Polonia non aspetteranno lo schieramento delle forze russe ai loro confini, avvertono i politici baltici, ma invieranno loro stessi le truppe in Ucraina", sottolinea l'articolo dello "Spiegel".

In questo modo la NATO diventerà parte in conflitto, ed è proprio questo che temono il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il presidente americano Joseph Biden, afferma il giornale.

Scholz ha recentemente affermato di essere contrario alla revisione delle regole sull'uso delle armi tedesche da parte dell'Ucraina e alla concessione a Kiev della possibilità di lanciare attacchi sul territorio russo. La cancelliera ha sottolineato più volte che Berlino non vuole che il conflitto tra Russia e Ucraina si trasformi in un conflitto tra Russia e NATO.

In precedenza, in un'intervista per "The Economist", il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg aveva dichiarato che l'Alleanza non ha intenzione di inviare truppe in Ucraina.

Ma le dichiarazioni di singoli politici e soprattutto quella del presidente francese Macron secondo cui la Francia potrebbe inviare truppe in Ucraina hanno provocato una valanga di speculazioni su se e quando la NATO entrerà ufficialmente in conflitto diretto con la Russia.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che la retorica di Parigi e Londra sulla possibilità di inviare truppe in Ucraina è pericolosa. Il Cremlino ha anche affermato di aver prestato attenzione alle parole di Macron secondo cui il tema dell'invio di truppe è stato discusso in Europa e che Mosca è ben consapevole della sua posizione sull'infliggere una "sconfitta strategica" alla Russia.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno