VIDEO | Andonovic: Kyiv ha paura dei nuovi piani militari della Russia

Zelenski/ Foto: Archivio fotografico americano / Alamy / Alamy / Profimedia

Il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky, ha scritto ieri sera tardi attraverso il suo profilo sul social network "Telegram" che le forze russe stanno "pianificando qualcosa nel sud".

"Nonostante le perdite russe estremamente pesanti, gli occupanti stanno ancora cercando di avanzare nella regione di Donetsk, trincerarsi a Luhansk, trasferirsi a Kharkiv, stanno pianificando qualcosa nel sud", ha scritto Zelensky.

Dopo il ritiro delle truppe russe da Kherson, l'attenzione è caduta di nuovo la penisola di Crimea, annessa dalla Russia nel 2014. Il ministro della Difesa ucraino Volodymyr Gavrilov ha recentemente dichiarato a Sky News che è "possibile" che le loro truppe riconquistino la penisola di Crimea entro la fine di dicembre e che una guerra totale con la Russia potrebbe concludersi entro la primavera.

Tuttavia, non si può ignorare che i segnali ucraini su quella campagna potrebbero essere falsi, come quando Kyiv ha detto che avrebbe lanciato una controffensiva a sud solo per attaccare Kharkiv a nord.

I combattimenti sono attualmente in corso nella regione orientale di Donetsk, che insieme a Luhansk costituisce il Donbass ed è una delle priorità militari della Russia evidenziate ad aprile.

Il New York Times ha recentemente riferito che la battaglia per la città di Bakhmut a Donetsk, la battaglia più feroce dall'inizio della guerra in Ucraina, e che la parte ucraina ha 250 feriti al giorno, senza fornire una stima dei morti.

Nonostante gli annunci ottimistici degli ucraini, le analisi dei media occidentali si stanno facendo più forti, citando informazioni di intelligence, indicando che la Russia potrebbe lanciare la più grande offensiva militare dall'inizio dell'operazione militare speciale prima del nuovo anno.

Si ritiene che poi la terra fangosa si congelerà completamente a causa delle basse temperature e l'equipaggiamento militare russo sarà in grado di muoversi e manovrare più velocemente. Si citano anche i 300 soldati recentemente mobilitati, con i quali vengono in gran parte rifornite le unità combattenti dell'esercito russo impegnate sul fronte in Ucraina.

Sia le condizioni meteorologiche che l'aumento del numero delle truppe russe indicano che Mosca sta progettando di iniziare una nuova fase nell'annessione dell'Ucraina.

Da qui gli appelli di panico di Kyiv, le cui autorità sono alla ricerca di ingenti quantitativi di armi ed equipaggiamenti militari per difendersi da un possibile nuovo tentativo di invasione da parte dell'esercito russo.

Video del giorno