VIDEO | Andonović: Israele ha attaccato l’Iran – messaggio premuroso, vendetta o avvertimento?

Analisi con Andonović / Foto Sloboden pechat

Stasera Israele ha risposto all’Iran. L'obiettivo degli attacchi israeliani era la provincia iraniana di Isfahan, dove i media statali iraniani hanno riferito di aver udito delle esplosioni.

Sono stati attaccati obiettivi vicino alla città di Isfahan, dove si trovano gli impianti nucleari iraniani.

Israele ha passato giorni a valutare la sua risposta agli attacchi missilistici dell’Iran durante il fine settimana, effettuati come rappresaglia per un attacco israeliano contro un consolato in Siria all’inizio di questo mese.

Lo stesso Netanyahu ha annunciato che Israele non rimarrà in debito con l’Iran e che, dopo essere stato attaccato con 300 droni da parte dell’Iran, subirà ritorsioni molto rapidamente, sottolineando che gli attacchi saranno mirati e non causeranno alcuna implicazione regionale.

Prendendo di mira la provincia iraniana di Isfahan, dove si trovano importanti impianti nucleari, Israele probabilmente vuole inviare il messaggio che può facilmente sopraffare le difese aeree iraniane, dicono gli esperti militari.

D'altro canto, anche la tensione nella regione è aumentata, soprattutto perché Israele si trova di nuovo in pericolo nel caso in cui l'Iran decida di rispondere con un'altra dimostrazione di forza", cioè di attaccare nuovamente Israele.

Nelle prime reazioni all’attacco israeliano, i funzionari iraniani hanno affermato che le difese aeree avevano abbattuto tre droni e che finora non vi erano stati danni dall’attacco.

L'Iran non ha piani per ritorsioni immediate contro Israele, ha detto a Reuters un alto funzionario iraniano.

"La fonte straniera dell'incidente non è stata confermata. "Non abbiamo ricevuto alcun attacco esterno e la discussione è più orientata verso l'infiltrazione che verso l'attacco", ha riferito la Reuters in una dichiarazione di funzionari iraniani.

Poiché Israele di solito non conferma né smentisce gli attacchi che apparentemente è dietro, l'attacco di questa mattina è stato apparentemente in risposta a un attacco iraniano sabato scorso, quando più di 200 droni e missili cruise e balistici sono stati lanciati nel territorio israeliano. La maggior parte non ha nemmeno raggiunto il suolo israeliano perché è stata intercettata dalle difese aeree israeliane con l’aiuto delle forze aeree statunitensi e britanniche.

Ci si aspettava un attacco di ritorsione contro l'Iran, l'unica domanda era in quale portata e con quale forza sarebbe stato effettuato. Secondo informazioni provenienti dall'Iran, l'attacco è stato limitato e non ci sono state vittime.

Dopo questo attacco, gli esperti mondiali non si aspettano un’ulteriore escalation, ma temono che l’Iran acceleri l’opera di disarmo nucleare. Anche se non ancora ufficialmente, molti credono che sia solo questione di giorni prima che l’Iran acquisisca armi nucleari.

Allora, secondo molti, le eventuali minacce dell'Iran diventeranno una minaccia nucleare per Israele e il Medio Oriente.

Soprattutto perché Israele dispone anche di un arsenale nucleare, il che non fa altro che indicare in cosa potrà svilupparsi il conflitto israelo-iraniano in futuro.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno