La mattina dopo l'attacco iraniano a Israele: cosa si sa finora?

Foto: EPA-EFE / ATEF SAFADI

La scorsa notte, l’Iran ha inviato più di cento droni verso Israele in tre ondate, e presumibilmente hanno lanciato missili balistici. Tuttavia, la difesa israeliana è riuscita a fermare questo attacco.

Il segretario generale dell'ONU Antonio Guterres ha annunciato di condannare fermamente la "grave escalation" e il grave attacco contro Israele da parte dell'Iran ieri sera e ha chiesto la fine immediata delle ostilità.

"Sono profondamente turbato dalla minaccia reale di un'escalation devastante in tutta la regione". Faccio appello a tutte le parti affinché mostrino la massima moderazione per evitare qualsiasi azione che possa portare a grandi conflitti militari su più fronti in Medio Oriente", ha affermato Guterres.

Le sirene d'allarme hanno suonato in tutto Israele e si sono udite esplosioni a Gerusalemme e in altre città.

Tuttavia, intorno alle 3 del mattino ET, i funzionari israeliani hanno annunciato che i residenti non dovrebbero più rimanere all’interno o nelle vicinanze dei rifugi, ha riferito la CNN, citando rapporti dei suoi corrispondenti sul campo.

Foto: EPA-EFE / ATEF SAFADI

Nell'attacco è stata segnalata una vittima, un bambino è rimasto ferito, mentre la base militare meridionale è stata leggermente danneggiata, riferisce il Guardian.

"Tre droni yemeniti sono arrivati ​​nei territori palestinesi occupati proprio nel momento in cui l'Iran lanciava un massiccio attacco con missili e droni contro le posizioni israeliane in risposta all'attacco del regime all'ambasciata iraniana in Siria," ha riferito l'IRNA, citando un rapporto della marina britannica. Sicurezza. l'azienda Ambri.

L'esercito yemenita ha già effettuato un'operazione simile in solidarietà con i palestinesi nella Striscia di Gaza e ha ripetutamente attaccato le navi israeliane e quelle degli alleati di Israele nel Mar Rosso, ha detto l'IRNA, riferendosi alle forze ribelli Houthi che controllano la maggior parte della Striscia di Gaza. la zona.

D'altra parte, gli aerei della Royal Air Force britannica hanno abbattuto un gran numero di droni da combattimento e missili balistici che l'Iran ha lanciato contro Israele, ha riferito Sky News.

La televisione ha detto, citando il Ministero della Difesa britannico, che i combattenti del Paese sono impegnati nell'intercettazione di armi volate verso Israele.

La Gran Bretagna si è anche impegnata nel rifornimento di carburante degli aerei per garantire una maggiore attività ai suoi aerei da combattimento nella regione del Medio Oriente.

Foto: EPA-EFE / ABEDIN TAHERKENAREH

In precedenza, l’esercito americano aveva annunciato di aver abbattuto un drone iraniano.

Non è precisato se l'aereo sia stato abbattuto da terra o dal cielo, né dove sia avvenuto.

La Giordania ha anche affermato di aver abbattuto "dozzine di droni iraniani".

Secondo quanto riferito, gli aerei sarebbero stati abbattuti dai combattenti giordani mentre sorvolavano il territorio del paese.

Finora non ci sono conferme per queste affermazioni.

Lo spazio aereo israeliano è stato chiuso ieri sera a causa dell'attacco.

L'Autorità aeroportuale israeliana ha annunciato che lo spazio aereo israeliano sarà chiuso a partire dalle 12:30 ora locale, o 23:30 CET, ha riferito il Jerusalem Post sul social network X.

Inoltre, tutte le scuole in Israele saranno chiuse e gli assembramenti di oltre 1.000 persone saranno limitati fino a lunedì, ha affermato l’esercito israeliano in un post su Telegram.

Le Guardie Rivoluzionarie iraniane hanno confermato ieri sera tardi di aver lanciato una serie di droni su Israele come rappresaglia per una serie di attacchi da parte di Israele, incluso un attacco all'ambasciata iraniana a Damasco che ha ucciso due generali.

L'esercito iraniano ha detto che l'attacco si chiamava "Operazione True Promise", ma non ha fornito molti altri dettagli sull'attacco.

L'attacco iraniano dei droni è una risposta all'aggressione israeliana contro il consolato iraniano a Damasco, e quindi la questione può essere considerata chiusa, ha affermato l'ambasciata iraniana presso l'ONU.

"Nel caso in cui il regime israeliano commetta un altro errore, la risposta dell'Iran sarà significativamente più severa". È un conflitto tra Iran e Israele e gli Stati Uniti devono farsi da parte", si legge nel post sul social network X.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno