I piloti ucraini cercano bombe sospese per bombardare le truppe russe. I nuovi droni Ram II dell’Ucraina aprono la strada

C’è una via di mezzo lungo la linea di battaglia in Ucraina: una linea di terra tra 15 e 25 miglia dalla linea del fronte che è troppo lontana perché gli obici e i droni nemici possano ingaggiarsi, ma abbastanza vicina per consentire agli aerei nemici di operare sopra o vicino al fronte.

Nei primi due anni della più ampia guerra della Russia contro l’Ucraina, le forze ucraine non avevano un’arma ottimizzata per attaccare questa zona di difesa aerea – ma le forze russe sì: i loro droni Lancet, riferisce Forbes.

Questi droni a elica da 25 chilogrammi, ciascuno dei quali costa 35.000 dollari, volano in cerchi stretti, scansionando con le loro telecamere finché non individuano qualcosa che corrisponde alla forma di un veicolo nemico. Quindi si dirigono verso il bersaglio ed esplodono.

I droni russi Lancet hanno colpito centinaia di veicoli ucraini, tra cui una serie di veicoli di difesa aerea, contribuendo ad allontanare i difensori aerei ucraini dalla linea del fronte – e creando così una zona sicura per gli aerei da guerra e gli elicotteri russi.

Adesso è il turno degli ucraini. A febbraio, l'industria ucraina dei droni ha iniziato la produzione di massa di un analogo di Lancet chiamato Ram II. Tuttavia, questo drone non è una copia del Russian Lancet.

È una versione aggiornata di un vecchio drone ucraino chiamato Leleka-100.

Secondo Deviro, il Ram II viaggia fino a 19 miglia con una testata da sette libbre e colpisce entro tre metri dal suo bersaglio. L'azienda lo ha descritto come "rivoluzionario [e] facile da usare".

Il Ram II funziona come un Lancet, scansionando e colpendo con un input umano minimo.

Da quando è apparso in prima linea nelle ultime settimane, il Ram II ha iniziato a devastare le difese aeree russe.

In un giorno, il 9 aprile, l’analista dell’intelligence Andrew Perpetua ha contato cinque veicoli di difesa aerea russi che, secondo lui, erano stati colpiti proprio da questo drone.

È difficile sopravvalutare l’importanza della nuova campagna di droni ucraina contro le difese aeree russe.

Mentre centinaia di migliaia di piccoli droni in Ucraina pressano carri armati russi, veicoli da combattimento, golf cart e fanteria in prima linea, i droni ucraini d’attacco a lungo raggio più grandi e più costosi viaggiano per centinaia di miglia nel cuore della Russia per attaccare basi aeree, raffinerie e gli impianti petroliferi "Ram II" operano proprio in quella zona intermedia di difesa aerea.

E se riuscissero a distruggere abbastanza difese aeree russe, potrebbero fare per l’aeronautica ucraina quello che i Russian Lancets hanno fatto per l’aeronautica russa, aprendo la strada ai cacciabombardieri per spostarsi verso la prima linea ad alta quota e per lanciare precisione. bombe.

Le bombe volanti KAB sono l’arma decisiva del terzo anno della più ampia guerra russa contro l’Ucraina.

Qualsiasi bomba KAB, indipendentemente dalle sue dimensioni, può distruggere una posizione ucraina e aprire la strada alle forze di terra russe.

Il KAB è “un’arma miracolosa” per i russi, ha osservato il Deep State ucraino. E gli ucraini "praticamente non hanno contromisure".

Ma ciò non significa che gli ucraini non abbiano il potere di reagire. L’aeronautica ucraina ha ricevuto dagli Stati Uniti bombe volanti con attacco diretto congiunto a lungo raggio che sono almeno pari al KAB.

Le munizioni degli Stati Uniti potrebbero essere esaurite nel giro di sei mesi, dopo che i repubblicani della Camera statunitense, sostenitori della Russia, hanno bloccato ulteriori aiuti statunitensi all’Ucraina.

Ma l’aeronautica ucraina riceve ogni mese 50 bombe Hummer di fabbricazione francese e ha modificato i suoi caccia MiG e Sukhoi per trasportarle.

Cinquanta bombe volanti francesi al mese non sono molte se paragonate alle migliaia di "KAB" lanciate dai russi nello stesso periodo di tempo.

Ma se e quando i repubblicani cederanno e consentiranno un voto sui nuovi aiuti statunitensi, potrebbero arrivare altri “JDAM-ER”.

E forse, per allora, i Ram II ucraini sopprimeranno le difese aeree russe e renderanno le operazioni aeree più sicure per gli aerei ucraini.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno