L’Ucraina sta facendo progressi nell’altra guerra: la lotta alla corruzione

Foto Sloboden pechat/ Profimedia

L’Ucraina ha lottato contro la corruzione endemica sin dai primi giorni della sua indipendenza nel 1991, e funzionari governativi e attivisti indipendenti affermano che la lotta è fondamentale per vincere la sua guerra esistenziale con la Russia.

Hanno avuto un certo successo. L'organizzazione anti-corruzione Transparency International classifica l'Ucraina al livello più alto dal 2006: attualmente è al 104° posto su 180 paesi nel suo indice di percezione della corruzione.

"La maggior parte delle istituzioni anti-corruzione ucraine stanno mostrando risultati piuttosto buoni", ha detto alla BBC Andriy Borovik, direttore esecutivo di Transparency International Ucraina.

Secondo lui, uno di questi risultati è stato l’arresto dell’allora capo della Corte Suprema, Vsevolod Knyazev, con l’accusa di corruzione nel maggio 2023.

"Questa può essere una salvaguardia perché se vedi qualcuno arrestato, ci penserai due volte prima di fare qualcosa di corrotto", ha detto.

Ci sono stati altri arresti di alto profilo, tra cui il ministro dell'Agricoltura, Mykola Solski, e un ufficiale dei servizi segreti della SBU, Artem Shylo. Tutti e tre hanno negato ogni addebito e sono stati rilasciati su cauzione. Le indagini sono in corso.

Un punto di svolta fondamentale è avvenuto nel 2015, quando una piattaforma digitale chiamata Prozorro ha contribuito a ridurre la corruzione negli appalti statali, facendo risparmiare all’Ucraina quasi 6 miliardi di dollari in fondi pubblici in soli quattro anni.

Il compito dell'Ucraina ora è quello di concentrarsi sull'eliminazione della corruzione nei suoi servizi fiscali e doganali, nonché sul miglioramento della supervisione finanziaria, afferma Borovik.

"Molti soldi arrivano in Ucraina dall'Occidente e, naturalmente, chiedono se c'è un controllo adeguato su questi soldi", aggiunge.

Oltre a drenare le scarse risorse dell’Ucraina, negli ultimi anni la corruzione ha ostacolato il flusso degli aiuti esteri. Donald Trump ha citato le preoccupazioni sulla corruzione quando è stato sfidato a ritardare gli aiuti all’Ucraina quando era presidente degli Stati Uniti.

La corruzione era anche un grosso ostacolo al reclutamento di più uomini per la guerra con la Russia. L’anno scorso, il presidente Volodymyr Zelenskiy ha licenziato tutti i funzionari regionali responsabili del reclutamento militare per motivi di corruzione. Migliaia di ucraini riuscirono anche a lasciare il paese corrotto per evitare di essere mandati in guerra.

Zelenskyj / Foto EPA-EFE/DISPOSITIVO DEL SERVIZIO STAMPA PRESIDENZIALE UCRAINO - CREDITO OBBLIGATORIO: SERVIZIO STAMPA PRESIDENZIALE UCRAINO - DISPENSA SOLO PER USO EDITORIALE/NESSUNA VENDITA

Andriy Sinyuk, vice capo del servizio specializzato anti-corruzione della procura, ha affermato che le frequenti segnalazioni di funzionari ucraini accusati di corruzione sono un segnale positivo.

"Ciò non significa che vengano commessi più crimini". Ciò significa che siamo diventati più bravi a svolgere il nostro lavoro. "Non ci sono persone o posizioni in Ucraina che le agenzie anti-corruzione non possano toccare", ha detto alla BBC. "Questo è probabilmente il nostro risultato più importante perché qualche anno fa non potevamo nemmeno sognare."

Dmytro Kalmikov, capo del dipartimento di politica anticorruzione presso l’Agenzia nazionale anticorruzione, un ente governativo, afferma che la corruzione è stata completamente sradicata in alcune delle aree più colpite – ad esempio, servizi governativi come il rilascio di passaporti, permessi e licenze. Ha anche detto alla BBC che sono stati compiuti progressi significativi nelle riforme dell’istruzione e della polizia.

Kalmikov, tuttavia, ammette che il governo ha avuto meno successo nello sradicare la corruzione nell'uso delle risorse naturali (ad esempio, nel settore minerario e forestale), nel regolare i monopoli e nei grandi progetti infrastrutturali.

"Il progresso è più lento dove grandi interessi e grandi attori si incontrano", dice.

Secondo lui, "nei prossimi cinque-dieci anni, il governo dovrebbe concentrarsi sulla purificazione del sistema giudiziario, che renderà più sano il sistema generale della pubblica amministrazione".

Gli attivisti anti-corruzione concordano sul fatto che il governo ucraino è diventato molto più attivo nella lotta alla corruzione.

"Qualcosa è scattato nella loro testa lo scorso inverno, il loro atteggiamento è davvero cambiato, il che è importante ai vertici". "Forse si sono resi conto che le cose stavano andando male", oppure il governo di Kiev potrebbe essere stato sotto pressione da parte dei donatori occidentali", ha detto l'eminente giornalista anti-corruzione ucraino Yuriy Nikolov.

Il fatto è, continua, che "le forze dell'ordine hanno intensificato il loro gioco".

Qual è il motivo della spinta anti-corruzione dell’Ucraina?

Vitaly Shabunin, presidente del consiglio d'amministrazione dell'Anti-Corruption Action Center, una ONG ucraina, ritiene che si tratti di una combinazione di pressioni da parte del pubblico ucraino e di donatori stranieri.

"Che il governo voglia o meno combattere la corruzione e indipendentemente da chi è al governo, la pressione pubblica e l'efficacia della società civile e dei media significano che nessun governo può ignorare la corruzione", afferma.

Ad esempio, cita il rimpasto del governo ucraino nel 2023, a seguito delle accuse da parte di funzionari della difesa di aver procurato cibo per l'esercito ucraino a prezzi gonfiati.

"Lo scandalo ha avviato cambiamenti istituzionali negli appalti della difesa, il che significa che non ci sarà corruzione anche dopo che il ministro sarà cambiato", ha detto alla BBC. "Gli scandali di corruzione possono costringere le istituzioni statali a cambiare in meglio."

Shabunin respinge le preoccupazioni che gli aiuti militari occidentali all’Ucraina possano essere sottratti. "Tutte le armi fornite dagli alleati occidentali finiscono nelle mani delle truppe ucraine che le utilizzano in modo efficace. È impossibile rubare le armi occidentali."

Ma gli esperti dicono che il governo ucraino deve fare di più per eliminare la corruzione. Ciò è particolarmente importante in tempo di guerra, dice Nikolov.

"La corruzione ci sta uccidendo. Se volete rimanere senza munizioni, se volete rimanere senza soldi per comprarle, se volete accogliere gli occupanti a Kiev, allora sì, chiudete gli occhi davanti alla corruzione. Ma credetemi, la prima cosa che faranno una volta che saremo occupati sarà fucilarci tutti, quindi la lotta alla corruzione è una questione di sopravvivenza."

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno