L’Ucraina è in inferiorità numerica, “senza armi”, bloccata dalla spietata Russia

Ucraina / Foto EPA-EFE/SERGEY DOLZHENKO

Mentre la guerra in Ucraina entra nel suo terzo anno, la 59a Brigata di fanteria si trova ad affrontare una triste realtà, a corto di soldati e munizioni per resistere agli invasori russi.

Il comandante di un plotone ucraino con nome in codice "Tiger" stima che solo il 60-70% delle diverse migliaia di uomini della brigata all'inizio del conflitto siano ancora in servizio. Il resto è stato ucciso, ferito o rimandato a casa a causa della vecchiaia o della malattia.

Guerra d'Ucraina / Foto EPA-EFE/STAS KOZLIUK

Le pesanti perdite inflitte dalle forze ucraine sono aggravate dalle terribili condizioni sul fronte orientale, il terreno ghiacciato che si trasforma in uno spesso fango con le temperature più elevate, seminando il caos tra le fila dei soldati.

"Il tempo cambia continuamente: pioggia, neve, pioggia, neve. Le persone si ammalano di influenza comune o angina. Sono fuori combattimento da un po’ e non c’è nessuno che possa sostituirli”, racconta uno dei comandanti schierati in prima linea. segnala "Reuters".

La Russia di Vladimir Putin ha visto il successo negli ultimi anni in un conflitto che combina una guerra di trincea che assomiglia molto alla scena della Prima Guerra Mondiale ma che ora è piena di armi ad alta tecnologia come i droni che distruggono decine di migliaia di veicoli militari.

Mosca ha ottenuto piccoli progressi negli ultimi mesi e ha ottenuto una grande vittoria nel fine settimana quando ha preso il controllo di Avdiivka nella regione orientale di Donetsk, molto contesa.

Un portavoce della 3ª Brigata d'Assalto Separata, una delle unità che tentarono di tenere la città, ha detto che il rapporto tra attaccanti e difensori in questa battaglia era di sette a uno.

Reuters ha parlato con più di 20 soldati e comandanti di unità di fanteria, droni e artiglieria in varie parti del fronte di 1.000 chilometri nell'Ucraina orientale e meridionale.

Pur essendo ancora motivati ​​a combattere l’occupazione russa, hanno parlato delle sfide legate al contenimento di un nemico più grande e meglio armato mentre il sostegno militare da parte dell’Occidente rallenta nonostante le richieste di più armi e munizioni da parte del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj.

Kiev fa molto affidamento sul denaro e sulle attrezzature provenienti dall’estero per finanziare il suo sforzo bellico, ma con 61 miliardi di dollari di aiuti statunitensi bloccati dai repubblicani a Washington, l’Ucraina appare ora più vulnerabile rispetto all’inizio dell’invasione.

L'Ucraina ha bisogno della maggior quantità di munizioni per gli obici che ha ricevuto dalla foto dell'EPA, Sergey Kozlov

Anche i proiettili di artiglieria scarseggiano a causa dell’incapacità dei paesi occidentali di mantenere il ritmo delle forniture per una guerra di lunga durata.

Oltre all’interruzione delle forniture agli Stati Uniti, l’UE ha ammesso che non riuscirà a portare a termine il suo intento di consegnare un milione di granate all’Ucraina entro marzo.

Mosca ora controlla quasi un quinto del territorio ucraino, compresa la penisola di Crimea annessa nel 2014, anche se il fronte della guerra è rimasto in gran parte stagnante negli ultimi 14 mesi.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno