L'uomo armato di Skanderbeg Square, che secondo Mickoski voleva uccidere, è stato arrestato

Foto: EPA/EFE / Gjorgi Lichovski

La persona che è il leader di VMRO-DPMNE Hristijan Mickoski fa notare che c'è stato un tentativo di ucciderlo, è stato trattenuto in questura, ha detto a MIA il ministero dell'Interno.

"E.J. è stato arrestato alla stazione di polizia e sul posto sono stati trovati bossoli. Dopo aver documentato il caso, contro di lui verrà presentata apposita memoria", ha annunciato il ministero dell'Interno, senza rivelare ulteriori informazioni sul caso.

All'incrocio di fronte a piazza Skanderbeg all'ingresso del vecchio bazar di Skopje, si è verificato un grave incidente tra i manifestanti e un gruppo di persone provenienti dalla direzione del vecchio bazar di Skopje, e testimoni oculari affermano che si sono sentiti anche degli spari. La polizia è intervenuta e ha separato i gruppi, prevenendo un possibile grave incidente.

Foto: EPA/EFE / Gjorgi Lichovski

Mickoski ha pubblicato stasera una foto su Facebook che mostra diverse persone, sottolineando che uno di loro avrebbe dovuto ucciderlo.

– Questo è l'uomo che avrebbe dovuto uccidermi stanotte. Chiedo che venga immediatamente trattenuto da Spasovski e dal ministero dell'Interno, ha scritto Mickoski nel post.

Parte dei media segnalato che l'uomo nella foto è Zufi Coca, membro dell'Alleanza per gli Albanesi e fratello dell'attuale direttore dell'Igiene comunale, Zudi Enuzi Koka.

La marcia di protesta svoltasi all'insegna del motto "Ultimatum - No thanks" è iniziata davanti al Governo, da dove i manifestanti si sono diretti al Ministero degli Affari Esteri, per poi proseguire davanti al Parlamento.

Video del giorno