Un bambino di tre anni affetto da paralisi cerebrale è stato cacciato da un teatro per bambini, ha stabilito KSZD

Una bambina di tre anni con grave mobilità, affetta da paralisi cerebrale, è stata discriminata in uno dei teatri più visitati di Skopje da un dipendente che non permetteva alla madre di tenerla mentre era seduta tra giocattoli e altri oggetti. bambini giocosi, ha stabilito la Commissione per la prevenzione e la protezione contro la discriminazione.

Sebbene il padre si fosse registrato prima telefonicamente e avesse ricevuto il permesso da un altro dipendente, la madre di portare dentro la ragazza malata e di stare con lui dentro, quando arrivarono nella stanza dei giochi, il supervisore cacciò la madre. Il bambino indifeso si è arrabbiato e ha iniziato a piangere, i genitori lo hanno preso, se ne sono andati e hanno denunciato il caso al KSZD.

"È stabilita la discriminazione diretta sulla base della disabilità mentale e fisica nell'ambito dell'accesso a beni e servizi da parte del teatro specificato di Skopje", si legge nella decisione del KSZD.

Nella denuncia, il genitore ha dichiarato di aver letto in precedenza le condizioni del ludoteca e di aver visto che ai genitori non è consentito entrare nell'area destinata all'animazione dei bambini, dopodiché ha chiamato, spiegato che tipo di bambino era, e il centro giochi ha detto che non sarebbe stato un problema per la madre sedersi con la bambina.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno