I commercianti di pellet mettono margini fino al 65 percento!

Foto: MIA

Secondo la Legge sul Commercio, se non viene rispettata la decisione del Governo di limitare il margine al 10 per cento, ci saranno sanzioni da 800 a 10.000 euro, a seconda delle dimensioni del commerciante

I rivenditori di pellet mettono margini fino al 65%. Questo per Stampa libera lo ha affermato il ministero dell'Economia, da dove ha origine la proposta adottata dal Governo di limitare il margine al 10 per cento. Il margine è limitato anche per la legna da ardere, che per ora quasi non si trova nei magazzini, e che ha raggiunto un prezzo anche di 4.800 denari al metro cubo.

Un gran numero di cittadini negli ultimi inverni ha riscaldato a pellet, dopo aver buttato le stufe a legna, oppure ha optato per questo metodo al posto del riscaldamento elettrico. Le stufe a pellet si sono rivelate adatte per riscaldare soprattutto le case più grandi, ma alcuni cittadini le hanno installate anche negli appartamenti. Molto spesso queste stufe sono state installate insieme ai radiatori per riscaldare l'intera superficie. E, come sapete, il primo o il secondo anno da quando è diventato un successo, erano una buona soluzione, ma dall'anno scorso i pellet sono diventati proibitivi e quest'anno, prima della stagione invernale, chi ha cercato di fare scorta in tempo ha scoperto che un sacco di pellet da 15 kg ha già iniziato a essere venduto a 380 denari, a differenza dell'anno scorso quando poteva essere acquistato a 200 denari.

L'ispettorato statale del mercato è andato a ispezionare i commercianti di pellet. A seguito dei 131 controlli effettuati presso gli esercenti, sono state accertate 7 irregolarità e inflitte sanzioni da 240 a 860 euro.

Dopo questi controlli, in cui gli ispettori hanno "pettinato" il prezzo di vendita, alcuni acquirenti che hanno pagato un acconto per acquistare pellet sono stati rimborsati, affermano i membri del gruppo Facebook: "Pellet - gruppo di discussione, dove trovare pellet di migliore qualità e meno costosi".

"Alcuni esercenti, quando questo è iniziato con i controlli, hanno iniziato a restituire anche l'acconto versato insieme alla lettera di vettura firmata. La risposta è che non posso consegnarti pellet al prezzo capitalizzato", scrive un cittadino.

Sebbene alcuni acquirenti vedano la salvezza dai prezzi "gonfiati" dei trader proprio nel limitare il margine, gran parte di loro è alla ricerca di un luogo in cui il margine limitato abbia un prezzo limitato.

"Chiedo al ministro di dichiarare con prezzi precisi, di annunciare prezzi fissi, non percentuali. Noi consumatori non sappiamo su quale cifra calcola il 10 per cento", è uno dei commenti.

Ministro dell'Economia Kreshnik Bekteshi in diverse occasioni, quando ha parlato di margini limitati, ha spiegato che nella contabilità è facile vedere l'aggiornamento dal prezzo di acquisto al prezzo di vendita in ogni fase, dal produttore, attraverso il grossista, fino al rivenditore.

Secondo la Legge sul Commercio, se non viene rispettata la decisione del Governo di limitare i margini, seguiranno sanzioni da 800 a 1.000 euro in dinari per un micro trader, da 1.600 a 2.000 euro per un piccolo trader, da 3.000 a 6.000 euro per un commerciante medio e da 7.000 a 10.000 euro in Denar equivalenti per un grande commerciante.

Video del giorno