Allenatore di un campione olimpico sospeso a vita, per comportamento sessuale inappropriato

EPA / SRDJAN SUKI

Tony Minichiello, che ha portato l'atleta Jessica Ennis-Hill all'oro alle Olimpiadi di Londra 2012, è stato ritenuto colpevole di molestie e "tocco inappropriato e indesiderato degli atleti".

L'esperto di atletica leggera Tony Minichiello, che ha allenato la britannica Jessica Ennis-Hill alla medaglia d'oro nell'eptathlon alle Olimpiadi di Londra 2012, è stato bandito a vita dallo sport dopo che la British Athletics Commission ha scoperto che aveva un comportamento sessuale inappropriato.

Minichiello ha fatto "commenti sessuali inappropriati", non ha rispettato il diritto alla vita privata degli atleti, si è reso colpevole di molestie e "toccato in modo inappropriato e indesiderato gli atleti", ha rilevato la commissione.

Tra le accuse che la commissione ha ritenuto provate ci sono il toccare il seno di due atlete, i gesti di simulazione di un atto sessuale nei confronti di altre tre atlete e altri abusi di natura simile.

L'accusa di abuso emotivo è stata confermata perché Minichiello ha ordinato a un'atleta di sedersi in un angolo con un cono in testa come cappello.

Minichiello è diventato famoso come allenatore di Ennis-Hill, che è stato una delle stelle di Londra 2012 vincendo l'oro nell'eptathlon. Con Minichiello come suo allenatore, ha anche vinto una medaglia d'argento al CIO di Rio 2016 e tre titoli mondiali.

Video del giorno