Trump ha perso l’immunità nel caso delle elezioni presidenziali del 2020

Donald Trump / Foto: Melissa Sue Gerrits / Getty Images / Profimedia

L'ex presidente Usa Donald Trump non gode dell'immunità dalle accuse penali per le decisioni prese alla Casa Bianca, ha sentenziato il giudice Tanya Chatkan, respingendo la richiesta di Trump di archiviare il caso.

Il procuratore speciale Jack Smith ha accusato l’ex presidente di aver tentato illegalmente di ribaltare la sua sconfitta elettorale del 2020.

"Indipendentemente dall'immunità di cui gode l'attuale presidente, gli Stati Uniti hanno un solo comandante in capo alla volta, e la presidenza non fornisce un lasciapassare a vita per evitare il carcere", ha scritto Chatkan nella sua sentenza.

Dato che Trump è il primo presidente in carica o ex presidente ad affrontare accuse penali, la decisione del giudice conferma che un presidente americano può essere accusato di crimini come qualsiasi altro cittadino.

Il giudice ha respinto la tesi di Trump secondo cui le accuse violavano il diritto alla libertà di parola garantito dal Primo Emendamento della Costituzione americana.

Trump, che si è dichiarato non colpevole, potrebbe essere citato in giudizio nel marzo del prossimo anno, ma è probabile che il processo subisca ritardi perché l’ex first man americano ha il diritto di appello.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno