TIRZ: Skopje al primo posto come città europea più redditizia

Archivio WC

Skopje si colloca in cima alla TOP 10 delle città europee di medie dimensioni secondo l'efficacia, cioè la redditività degli investimenti, nella classifica stilata dalla rivista economica FDI Intelligence, parte del rinomato quotidiano economico internazionale Financial Times, dalla Direzione per lo sviluppo tecnologico Zone annunciate.

"Si tratta di un salto rispetto al quarto posto in cui si trovava la capitale macedone nella classifica dello scorso anno. Quest'anno la regione di Skopje è stata anche tra le prime dieci piccole regioni europee a portare l'epiteto di "città e regioni del futuro" in termini di clima imprenditoriale e investimenti. "Tra le principali città dei dintorni, Sofia è al 2° posto nella categoria della redditività, e Belgrado è rispettivamente all'8° e al 9° posto nelle categorie della redditività e del clima imprenditoriale", si legge nell'annuncio.

La classifica stilata ogni anno da questa rivista classifica le città e le regioni d'Europa in base all'attrattiva, al clima economico favorevole e alle opportunità per gli investitori stranieri. La classifica viene stilata in base agli studenti e ai risultati nelle seguenti cinque sottocategorie: potenziale economico, capitale umano e stile di vita, connettività, contesto imprenditoriale favorevole ed efficacia in termini di costi. Quest'anno il team di esperti di FDI e Financial Times ha scelto tra 330 città e 41 regioni.

"La maggior parte degli investitori stranieri si trova nelle zone industriali tecnologiche di Skopje. TIRZ con il nuovo approccio di attrazione degli investimenti implementato negli ultimi tre anni ha portato a realizzare investimenti per oltre 1 miliardo di euro, pari al volume totale degli investimenti dal 2006 al 2019. Nel 2023 è stato firmato l'accordo per il più grande investimento straniero greenfield dall'indipendenza dello Stato, il colosso taiwanese "Yageo", con un contratto del valore di 205 milioni di euro", si legge nell'annuncio.

La Direzione delle Zone di Sviluppo Tecnologico sottolinea che l'effetto degli investimenti esteri porta anche benefici diretti ai cittadini. Lo stipendio medio nelle zone nell’ottobre dello scorso anno ha superato i 40.000 MKD, ovvero il doppio rispetto ai 19.000 del 2016, e il numero dei lavoratori è salito a 18.000, ovvero tre volte di più rispetto al 2016.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno