I lavoratori tessili riceveranno un nuovo protettore e verranno formati i sindacati di categoria

L'associazione "Glasen Textilec" continuerà il suo lavoro, aggiunge Ampeva, che è orgogliosa e soddisfatta dell'interesse espresso ad unirsi ai lavoratori di tutto il paese. A breve verrà aperta la domanda per l'adesione al nuovo sindacato

È stato formato un sindacato dei lavoratori che si batterà soprattutto per i diritti dei lavoratori nel settore tessile, con l'obiettivo di formare in futuro altri sindacati settoriali nel settore privato, ha informato a "Sloboden Pechat" la presidentessa Kristina Ampeva. Secondo Ampeva, alla fine, dopo duro lavoro e sforzi, hanno fondato il Sindacato, che è stato firmato dal Ministro del Lavoro e registrato nel Registro Centrale. L'associazione "Glasen Textilec" continuerà il suo lavoro, aggiunge Ampeva, che è orgogliosa e soddisfatta dell'interesse espresso ad unirsi ai lavoratori di tutto il paese. Annuncia presto l'apertura di una domanda di adesione al nuovo sindacato.

- I lavoratori sono importanti per noi e quindi in futuro lotteremo instancabilmente per tutte le irregolarità commesse contro di loro, cercheremo di rispondere a tutte le ingiustizie commesse e alla mancanza di rispetto per il lavoro dei lavoratori. È finito il tempo dei sindacati gialli “ciechi” e sordi” ai problemi dei lavoratori. Un sindacato che faccia sentire la propria voce è la nuova realtà di cui i lavoratori hanno bisogno. Un sindacato forte si batterà sempre forte e sarà sempre al fianco del lavoratore. Per questo invitiamo tutti i lavoratori del settore privato ad unirsi a noi e a darci la loro piena fiducia, perché apporteremo cambiamenti che fino ad ora erano stati solo promessi - sottolinea Ampeva.

Come associazione fondata da lavoratori e attivisti per i diritti umani, dal 2017 "Glasen Textilec" cerca di affrontare il tema dei bassi salari, del mobbing e delle cattive condizioni di lavoro dei lavoratori tessili, l'ex presidente, lei stessa ex operaia tessile. In una conversazione con il nostro giornale spiega che come associazione abbiamo avuto una soddisfazione particolare nell'innalzare e livellare il salario minimo per tutti, di qualsiasi ramo e settore, perché una piccola associazione Stip senza mezzi finanziari e quasi senza risorse, ma sostenuta da i lavoratori. Tuttavia, continua a dire che l'Associazione ha sempre cercato di ottenere di più ed è per questo che hanno pensato di formare un sindacato.

-A differenza del sindacato, noi non potevamo entrare nelle aziende, negoziare e concordare sul posto con i lavoratori stessi contro i datori di lavoro. Non potremmo stipulare contratti collettivi e con quello attuale firmato dalla SSM e dall'ORM è legale, ad esempio, pagare 100 denari a nome del K-15. Ciò non accadrebbe se fossimo noi a firmare il contratto collettivo per l’economia. Abbiamo posto rimedio ai torti sindacali, invece di prevenire e promuovere i diritti attraverso tali contratti collettivi. Ecco perché abbiamo deciso di formare un sindacato. Un sindacato per tutti i lavoratori, pubblici e privati. Un sindacato che non "si siederà sulle ginocchia di nessuno", ma si batterà per i lavoratori, i loro diritti e salari dignitosi - dice Ampeva.

Caro lettore,

Il nostro accesso ai contenuti web è gratuito, perché crediamo nell'uguaglianza delle informazioni, indipendentemente dal fatto che qualcuno possa pagare o meno. Pertanto, per continuare il nostro lavoro, chiediamo il supporto della nostra comunità di lettori sostenendo finanziariamente la Free Press. Diventa un membro della Free Press per aiutare le strutture che ci consentiranno di fornire informazioni a lungo termine e di qualità e INSIEME assicuriamo una voce libera e indipendente che sia SEMPRE DALLA PARTE DELLE PERSONE.

SOSTIENI UNA STAMPA LIBERA.
CON UN IMPORTO INIZIALE DI 60 DENARI

Video del giorno